Questo sito contribuisce alla audience di

La bocciatura delle seconde linee

Alonso lasciato in panchina per Vargas, Vecino liquidato dopo un tempo, Iakovenko nemmeno convocato, Bakic sostituito dopo un tempo anche contro i modesti avversari del Paços, sono solo alcuni episodi che ci fanno capire come le famose seconde linee della Fiorentina non sono all’altezza del compito. O meglio alcuni come Mati stanno continuando un lento percorso di crescita, ma c’è solo lui, perché per chi se ne fosse dimenticato, in viola ci sono anche giocatori come Wolski o Rebic, ormai ai margini della rosa, con il primo che a gennaio potrebbe salutare la compagnia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA