Questo sito contribuisce alla audience di

La calma (di Salica) virtù dei forti ma spesso la Fiorentina ne ha avuta anche troppa per i rinnovi

Gino Salica, vice-presidente della Fiorentina

C’è stato un periodo, 3-4 anni fa, in cui portare a casa un rinnovo di contratto in casa Fiorentina rappresentava un’impresa, più che una prassi, specialmente quando c’erano di mezzo giocatori molto promettenti. C’erano di mezzo delle tempistiche totalmente sbagliate (e non sapremo mai di chi fosse esattamente la colpa, dato che oltre al ds Corvino/Pradè poi la decisione dipendeva molto anche da Cognigni), quelle utilizzate ad esempio per Montolivo, tanto per citare il primo caso scottante di addio a parametro zero. Oppure quelle di Neto, anche lui perso a 0, e Ljajic, la cui cessione fu obbligata a fine estate 2013. Da lì le cose sono progressivamente migliorate e di grandi beffe la Fiorentina non ne ha subite, pur riducendosi in tanti casi in extremis: fu così per Alonso, rinnovato a sei mesi dalla scadenza, ma anche per Babacar e Bernardeschi, che si avvicinavano alla “zona rossa”. Il caso dei nostri giorni è quello di Federico Chiesa ma qui la “calma” predicata da Gino Salica ieri sera è più giustificata, vista la scadenza al 2021; semmai a far tremare sono le potenziali offerte che si profilano già all’orizzonte, sia dal punto di vista economico che sportivo. Per questo, se davvero l’intenzione è quella di puntare su Chiesa per qualche altra stagione, di fretta più che sull’allungamento ce ne dovrebbe essere sulle prospettive da presentare al talento di casa ed eventualmente su un adeguamento monetario del suo accordo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

8 commenti

  1. Bisogna imparare dagli errori e non si deve più sbagliare.

  2. RE LEONE…sei un grande…diarrea cronica….condivido al 200 per 100!!!!!!

  3. E’ bello parlare col portafogli degli altri… Ma secondo voi questi sono così pazzi da perdere o da vendere Chiesa a una cifra bassa? Mi sembra una polemica gratuita

  4. Aspettare..molto semplice..per non andare a proporre rinnovi onerosi in base al valore del giocatore si aspetta..qualche squadre si fa avanti per forza con proposte importanti e la PROPRIETÀ VIOLA di DON DIEGO fa un comunicato che dice che il giocatore vuole andare via..che deve essere lui a comunicarlo..che la FIORENTINA ha fatto una proposta di rinnovo congrua..ecc.ecc. gia visto troppe volte..DIARREA CRONICA PER DIEGO DV E CHI LO ADORA..FV

  5. Con questa proprieta’ e’ impossibile programmare se imangono i dellaballe sicuramente CHiesa sara’ ceduto con questi marchigiani non c’e’ futuro¡,,,,,

  6. Tifolamagliaviola

    Commento di Rui riflette quello che pensano tanti “vecchi” tifosi. Se il contratto di Chiesa non viene messo a livello dei giocatori piu’ pagati tipo Baba semplicemente vuol dire sono pronti a venderlo al miglior offerente. Non c’è ragione di dare mezzo milione in piu’ all’anno a qualcuno del quale ti vuoi disfare tra 9 mesi se non prima.

  7. La calma nel calcio non è la virtù dei forti, ma il chiaro segnale di una totale incapacità programmatica. Il contratto di chiesa dovrebbe essere già stato rinnovato, non per una questione di scadenza, ma per un aspetto collegato al valore del giocatore. Una vergogna voler risparmiare sul suo ingaggio. Poi almeno potrete dare la colpa a lui. Siete veramente una vergogna per noi tifosi.

  8. Ma…dopo aver letto questo articolo, mi viene da dire…
    Di chi è la colpa…dei tifosi??…
    Se nn sanno gestire o scegliere i propri collaboratori….
    colpa dei tifosi???…
    Se con 70 ml ci si presenta alla prima di campionato…con il duo delle meraviglie…tomovic olivera..
    Colpa dei tifosi???..
    Ho visto tante fiorentine in 50 anni…anche di fronte alle più modeste, sono sempre stato presente con il tifo e con il cuore…ora nn ci riesco più…
    Questi signori si parano sempre, x le loro malefatte, tirando fuori l’ attaccamento che noi tifosi abbiamo, nei confronti della maglia Viola…ma loro… a cosa sono attaccati…???…. provano la ns stessa passione????
    Forza Viola…

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*