Questo sito contribuisce alla audience di

La Champions è anche una questione di bomber

GomezCagliariSe è vero che in Italia vincere significa avere la difesa meno battuta e più affidabile, è vero anche che segnare tanti gol aiuta comunque sempre a vincere le partite, oltre che a dare spettacolo. La Fiorentina di Montella che proprio sullo spettacolo ha fondato la sua filosofia di vita, nonostante qualche maggior tendenza alla concretezza ammirata in questa seconda stagione, si è di fatto vista togliere da sotto il naso quasi tutto il suo potenziale offensivo. Prima Gomez, con il contemporaneo problema alla spalla di Cuadrado. Poi Rossi, con l’appannamento proprio del colombiano, ancora poco brillante in questo 2014. Quasi scontato sottolineare invece quanto la Fiorentina di Prandelli facesse affidamento al proprio attaccante di riferimento, quel Luca Toni che trascinò i viola al quarto posto segnando 31 gol. L’ottimo rendimento di Pepito nel girone d’andata ha risolto molti problemi alla Fiorentina che è ora però orfana di un vero e proprio bomber, nonostante l’arrivo di Matri. Ecco che il rientro di Gomez può dare la spinta decisiva, soprattutto nelle cosiddette “partite bloccate”, per battere la concorrenza di un Napoli che proprio nella fase offensiva ha il suo potenziale maggiore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

10 commenti

  1. GRANDE STREGONE

  2. Perché prima anche se si giocava male tanto c’era Rossi che s’inventava i gol dal nulla. Ora invece se agli attaccanti non gli fai avere palloni non segni, che ci sia Matri o Gomez.

  3. Purtroppo in ogni stagione calcistica ci arriva addosso un perido-no che risulta decisivo,e in questo opaco Febbraio si combinano gravi infortuni e defezioni,corsa-Champions,Europa League e Coppa Italia,e puntando su tutto si rischia di non ottenere niente.

  4. Non riniziamo a parlare di arbitri per favore…non ci creiamo ulteriori alibi (ne abbiamo già troppi!) Sta tornando un pò di sereno….e questo è il nostro momento la squadra ha assoluto bisogno di noi! Quindi scaldate la voce… State attenti al comando, badate a voi le armi in pugno, gridate con me Fiorentina olè..Fiorentina olè

  5. Tutti sono determinanti ed importanti in questa battaglia da vincere assolutamente! Le assenze non siano alibi perché abbiamo tutto x fare bene! Non conta chi segna, conta vincere!

  6. Romulo conteso fra le strisciate?ma se e nostro…vaiaiaia

  7. Ah ah ah ARTURO..Tagliavento e’ di Terni e ci ha massacrati lo stesso…Se gli arbitri ci vogliono affossare non credo che sia per una questione di provenienza geografica . Il sicario cerca solo la benevolenza del mandante

  8. la rabbia è di aver permesso di azzopparci i nostri due attaccanti in modo vile,senza che i responsabili ,quelli veri intendo,siano stati colpiti.La Fiore da noia,quindi amputiamola…le classifiche vengono fatte a tavolino….ammonizioni,rigori non dati e calci non puniti…e allora direi a Prandelli….Rossi è indisponibile per i Mondiali..mi spiace tanto …nessun motivo personale…ma chiedi ai soliti noti e ai loro gregari (quelli del “a ogni cosa c è una spiegazione”)il perchè

  9. Una domanda alla redazione : mi hanno detto che non posso andare a vedere fiorentina Lazio perchè abito in provincia di Rieti (e quindi nel Lazio) e’ vero tutto ciò ? Da premettere che non ho la tessera del tifoso

  10. ATTENZIONE all’arbitro di stasera come il segnaline di fiorentina genoa viene dall’interland
    Napoletano.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*