Questo sito contribuisce alla audience di

La crisi inspiegabile di Sanchez: la bocciatura ora è pesante

Dopo i pochi minuti rivedibili di Napoli, mercoledì Carlos Sanchez aveva un’occasione importante dal primo minuto per sostituire Badelj: nessuno si aspettava le doti in regia che ha il croato e che fanno gola ai tanti club che vorrebbero accoglierlo a parametro zero. La prestazione del colombiano però è stata piuttosto scadente, soprattutto dal punto di vista tecnico, con tante giocate sbagliate banalmente e tanti errori di misura; un Sanchez inferiore rispetto a quello della passata stagione, che già di per sé non aveva superato di troppo la sufficienza. Eppure parliamo del mediano titolare ed intoccabile della Colombia, non proprio l’ultima nazionale al mondo. Possibile che in lui sia subentrata ormai una certa sfiducia e le tante esclusioni non gli hanno certo fatto un favore ma dall’altro lato, è un po’ la storia del cane che si morde la coda, perché con prove come quella di ieri una riabilitazione agli occhi di Pioli diventa molto difficile. E in vista del mercato la bocciatura contro la Sampdoria potrebbe costargli cara.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

17 commenti

  1. Adesso proprio non ce con la testa..come fiorry..FV

  2. Ghiotto hai detto tutto bene ma ti sei sciupato alla fine: Lo Faso e’ promettente e dovrebbe avere più spazio, ma cosa c’entra con Sanchez? Niente!!

  3. Inizio bene alla prima partita fece gol di testa e poi il vuoto!!!

  4. Mersvigliamoci di chi insiste a farlo giocare, dato che non è Sanchez che decide di giocare.

  5. Sbaglia di continuo i passaggi esponendoci a contropiedi pericolosi , nemmeno un primavera farebbe peggio , e poi non fa altro che comandare i passaggi agli altri , son convinto che per gli altri giocatori non sia piacevole. Promuovere subito Lo Faso , son convinto che farebbe molto meglio.

  6. Mi meraviglia che Pioli l’abbia fatto giocare, visto che contro il Napoli sbagliava.tutto.
    Non è un giocatore che non fa per noi, se prima dava qualcosa, adesso è completamente nullo.

  7. Il vituperato Sousa due cose ha indovinato nella sua breve storia viola: puntare su Chiesa e far giocare Sanchez difensore: con i piedi di piombo che si ritrova era l’unica opzione. Ma dove lo hanno scovato? O è stato sollecitato da qualche procuratore amico?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*