La Curva Fiesole: “Il vero problema della Fiorentina è la società. Cognigni si dimetta”

Coreografia tifosi JuventusIn primis ci sembra doveroso rispondere alle dichiarazioni rilasciate a caldo giovedì sera dal Sig. Montella. Probabilmente caro Mister la “dimensione” dell’amore che ha Firenze per la sua squadra lei non lo conosce fino in fondo e poi le spiegheremo anche il perché. Giovedì dopo tutti i vari hasthag e appelli di ogni tipo Firenze ha risposto presente in quasi 35.000 persone allo stadio dopo una sconfitta per 3 a zero all’andata. Dopo 20 minuti eravamo sotto due a zero senza dare neanche lontanamente la sensazione di poter fare qualcosa… Le possiamo garantire che non è stato semplice gestire la frustrazione della gente che si è rifugiata ad un certo punto nella sua ironia talvolta tagliente tipica dei fiorentini. Non ci fraintenda da un lato capiamo benissimo le sue dichiarazioni riguardo a determinati cori di derisione, non sono partiti da noi gli olè e ci dissociamo da questi, crediamo che questa squadra meriti rispetto per il percorso fatto in Europa, avremmo preferito poter piangere per la sconfitta ma in piedi applaudirvi. Ma quello che è successo è frutto di un mese di continue frustrazioni e in alcuni casi di sconfitte umilianti. A Firenze sarebbe bastato anche finire la partita in otto perché dove non si arriva con il gioco ci si arriva con l’orgoglio e la cattiveria. Crediamo che dovrebbe chiedere scusa quando dice di aver ricevuto dai tifosi meno di quanto dato…. Venga a conoscere e a parlare con chi prende permessi di lavoro per venire a dirvi “dai si pole! Ci si fa!”, chi prende ferie per seguirvi magari togliendo qualcosa alla famiglia, chi spende migliaia di euro, chi la domenica la passa in questura a firmare, forse riuscirebbe a capire meglio il nostro amore.

Detto questo nel gioco delle parti ognuno deve prendersi le proprie responsabilità. E le vere responsabilità di questa situazione a nostro avviso non le ha ne la squadra che per la sua dimensione tecnica calcistica (se di questa parlava Mister..) ha dato il massimo, né l’allenatore che in questi anni ha fatto molto bene ne tantomeno i tifosi.

Il vero problema è la società e non stiamo parlando di investire più o meno denaro. Montella e la squadra pagano il malcontento di una piazza verso la gestione di questa Fiorentina e il bello è che nessuno lo riconosce, come se foste tutti narcotizzati, guai parlar male poi chi ci compra….. Ecco noi parliamo.

Una società che ha allontanato la squadra dalla propria città, tenendola lontana a distanza da quello che è il nostro vero motore la nostra forza la passione della gente. Avete aperto le porte di un allenamento solo due giorni prima della partita più importante dell’anno, chiedendo il coinvolgimento della gente (che tra l’altro ha risposto come sempre) senza capire che gli allenamenti devono essere a porte aperte almeno un giorno a settimana cari signori. E se i campini non sono funzionali uscite fuori voi ad allenarvi in mezzo alla gente. Provate a portare i giocatori in giro per le piazze, nei mercati della città e forse si renderanno conto di quanto Firenze ama la sua squadra e forse giocheranno più per noi e non solo per lo stipendio.

La carica più rappresentativa della nostra società, il Presidente, è ricoperta da una persona ai più sconosciuta, che non vive neanche minimamente la città e le uniche volte che ha aperto bocca ha perso un occasione per stare zitto, perché il cliente sarà lei. Che si prenda le sue responsabilità e si dimetta. I dirigenti sono figure il cui nome evoca marche di cioccolatini o champagne ma che con il calcio non hanno mai avuto niente a che fare. Le uniche persone di calcio rimaste dopo che Eduardo Macià se ne è andato (al quale facciamo il nostro in bocca al lupo, vero intenditore di calcio) sono il Direttore Sportivo che non capiamo come possa fare un lavoro di programmazione rinnovando il contratto di anno in anno e Montella che dopo queste dichiarazioni magari ha già il posto altrove. Le società di calcio vanno gestite da uomini di calcio ai quali si deve avere il coraggio di delegare, magari poi controllate da un vero Presidente. Torni al suo posto Andrea, rappresenti la Fiorentina in tutte le sedi come si deve lei è il Presidente. Scelga veri uomini di calcio e porti la squadra in mezzo alla gente vedrà che riusciremo anche a vincere, anche se per noi la vera vittoria è essere e sentirsi “fiorentini” e visto che qualche giocatore la scorsa sera l’abbiamo perso per qualche fischio sia chiaro che ci sono tre partite in cui bisogna correre e vincere per andare in Europa perché come sempre è stato e sempre sarà cambieranno i giocatori, gli allenatori ed anche le proprietà ma noi saremo sempre qui per la nostra maglia la nostra città finche morte non ci separerà.

La Curva Fiesole

© RIPRODUZIONE RISERVATA

40 commenti

  1. ma fate i tifosi e incitate la squadra invece di fare sempre i migliori del mondo…. l’attaccamento alla squadra è uguale anche a siviglia o a dortmund. Smettiamola di sentirci speciali perché siamo bravi si, ma sempre e solo a rovinare tutto. Il tifoso fiorentino è quello che deve contestare prima o poi perché non riesce mai ad essere contento di niente. Cosa ha firenze in più di bologna per dover vincere me lo spiegate? però a firenze si fischia un 5 posto e due semifinali. io non vi capisco.

  2. RICCARDO CARISIO

    GRAN BELL’ARTICOLO,,SONO D’ACCORDO SULLA RICHIESTA DI DIMISSIONI O LICENZIAMENTO, CAMBIA POCO, DEL SIMPATICO SIG. COGNIGNI,, E ALLE CRITICHE ALLA SOCIETA’ CHE DEVE INSERIRE IN SOCIETA’ PERSONAGGI CHE MASTICANO DI CALCIO E NON POCO,,NON SONO D’ACCORDO CON L’ATTEGGIAMENTO MORBIDO CHE VIENE USATO CON MONTELLA,NON SOLO X QUELLO CHE HA DETTO, MA PER LE SCONFITTE UMILIANTI E NUMEROSE DEGLI ULTIMI DUE MESI E ANCHE QUELLE DEL’ANNO SCORSO, NELLO STESSO PERIODO,X CHI SE NE FOSSE DIMENTICATO.

  3. Siamo ancora a discutere se è nato prima l’uovo o la gallina….le responsabilità? 1° la società è avara e con dirigenti inadeguati, 2° Montella inesperto e presuntuoso specialmente in campo Europeo, 3° Calciatori…solo alcuni adeguati alla causa Viola , altri bolliti e tecnicamente scarsi, Tifosi… sono il pernio della Viola sempre vicinissimi alla squadra e mai una soddisfazione da condividere.

  4. Fate ridere….. da abbonato di curva mi dissocio dalle vostre parole. Lecchini volete inbonirvi un allenatore che senza dubbio è in fase calante a preso 3 goal di media a partita negli ultimi 2 mesi dal tracollo con la juventus perchè non ci ha capito più nulla. Il salto di qualità con il napoletano che offende tifosi e città è impossibile da fare dovrebbe vergognarsi delle dichiarazioni che ha fatto e nonostante non chieda scusa voi date colpa alla società??? mah!!!!!

  5. ace,su molte cose hai ragione,su altre no.
    la mia voleva essere una critica costruttiva,per me i DV hanno fatto molto
    ma Gomez o badelj li deve scegliere montella(o chi arriverà)
    Si può dire che ci sono stati tanti acquisti sbagliati?
    Gomez lo volevo anche io,badelj dopo 5 min ho capito che era scarso.
    nastasic,jojo,cuadrado sono stati affari magistrali.
    ma tanti altri no, difatti abbiamo una rosa di 32 giocatori
    Gomez,badelj,yakovenko,el ham,tomovic,rebic,
    dunque la verità sta nel mezzo

  6. Non l’ho letto nemmeno perché come al solito i soliti ruffiani si scagliano contro chi è più facile: “la società”.
    A me sembra invece che chi va in campo è il primo responsabile, guardate il Parma. Senza soldi e falliti ma per l’orgoglio. Noi sbagliamo i rigori in serie, alcuni nemmeno tirati in porta, però diamo colpa alla società.
    Che dire diamo pure colpa alla società.

  7. LA CURVA HA RAGIONE E SAPETE PERCHE? PERCHE’ BASTAVA POCO PER FARE IL SALTO DI QUALITA’ MA E’ MANCATA SEMPRE L’ESPERIENZA GIUSTA E LA ZAMPATA DA ESPERTO DEL CALCIO…SE LA SQUADRA NON HA LE PALLE E’ ANCHE PER LA MANCANZA DI ITALIANI, SI SA CHE GLI ITALIANI HANNO CARATTERE, IN CAMPO INTERNAZIONALE MOSTRANO I C…….., SI VEDE ANCHE CN LA NAZIONALE CHE CON SQUADRE ANCHE PIU FORTI RIUSCIAMO A MOSTRARE UN ATTACCAMENTO ALLA NAZIONE DETERMINANTE, BASTA I VARI STRANIERI SENZA NE ARTE NE PARTE.

  8. Io non voglio miracoli..non voglio fiumi di soldi buttati via ..ma una identità di squadra che combatte x ogni partita nello stesso modo ..noi invece una si..e tre no..e qui cognini nn centra nulla..abbiamo troppi galli in un pollaio..e qui la società deve intervenire..e non lo fa!!!? Perché???i giocatori sn ben pagati..e non si devono lamentarsi x i fischi che noi dificilmente e raramente capita..7 rigori sbagliati ecco il carattere dei nostri giocatori..senza palle..che si lamentano nei spogliatoi..

  9. Quoto AceBati
    Se abbiamo speso un po’ di più è solo perchè c’erano molti residui di quando si spendeva tanto e male ancora sul groppone, e tante operazioni inutili anche delle ultime gestioni.

    Se si tolgono gli esuberi il monte ingaggi cala ancora, se poi ci togliamo Gomez vuol dire che il nocciolo duro della squadra ha dato davvero molto.

  10. X Batirui , dimenticavo, 3 anni fa hanno rifatto una squadra solo con i soldi incassati con nastasic e cerci,
    Ci sta che su 30 acquisti o piu’ in 3 anni non hanno insovinato tutti gli acquisti,,altrimenti era troppo facile e a che servono i Della valle se basta vendere giocatori x comprarni altri che siano sempre + forti e facciano vincere coppe e incassare tanti soldi semza rischiare nulla.

    Con il senno di poi è facile,
    allora con 6 milioni invece di prendere Borja e Gonzalo potevano prendere Bolatti e uno che faceva molto peggio di felipe,
    Con 0 imvece di Pizarro e Aquilani, impeccabili nel primo anno potevano prendere qualcuno tipo Cole o un altro colpo sbagliato o 2 e retrocedevamo ….
    Insomma con il senno di poi è facile.
    La fiorentina 2 anni fa parti senza vice pizarro , senza terzino e sostituti di rossi e gomez perchè erano finire i soldi,
    Con il senno di poi e anche il senno di prima era buono rinnovare a lajic e tenersi toni invece di gomez e soendere x nuovo pizarro e terzino destro.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*