Là dietro c’è una maledizione: tra l’amarcord De Silvestri e il rimpianto Basanta

La ricerca del difensore rappresenta una vera e propria maledizione degli ultimi anni di mercato della Fiorentina: a destra un vero interprete del ruolo manca addirittura dai tempi di Comotto e De Silvestri (parliamo dell’era Mihajlovic). Ma anche con i centrali non si scherza: dagli inseguimenti inutili a Lisandro Lopez e Mammana all’arrivo di Benalouane, un po’ meglio si è andati con Salcedo ma senza esagerare: tanto che, scrive Repubblica, c’è addirittura chi rimpiange Basanta. La realtà è che dopo Nastasic e Savic, la Fiorentina non ha più trovato difensori importanti sul mercato. E il prossimo addio di Gonzalo aprirà una falla ancor più grande, oltreché l’esigenza di un investimento forte su quel reparto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti

  1. Basanta mi risulta che volesse tornare in Messico, lo chiese alla società che lo accontentò, tanto è vero che lasciò la Fiorentina ringraziando la società.

  2. Paolo da Grosseto

    Io lo rimpiango eccome basanta, non un fenomeno certo ma meglio di de maio o salcedo o tomovic era sicuramente. Adesso siamo costretti a far giocare sanchez un centrocampista come centrale difensivo. Abbiamo preso sportiello e saponara e mi sta bene, ma la priorità così come lo scorso anno era un difensore e invece niente. Poi si fanno figure come quelle di domenica col genoa.

  3. Tifolamagliaviola

    Non piglierei in giro Basanta, è un nazionale argentine, A Firenze sbaglio’ un paio di partite ma é molto forte fisicamente, forte di testa, sempre sul pezzo, fece anche un paio di goal … oggi sarebbe servito come il pane … invece hanno preso un altro giocatore offensivo

  4. Con Basanta ha sbagliato la societa’ mandandolo via,De Silvestri invece e’ stato lui a voler andar via,era innamorato della Sampdoria.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*