Questo sito contribuisce alla audience di

La dura realtà di Mlakar: due mesi di Venezia che valgono… un minuto

Jan Mlakar, attaccante della Fiorentina

Dopo due anni ad ottimi livelli con la Primavera della Fiorentina e la presenza costante nelle nazionali giovanili, Jan Mlakar è stato mandato in prestito al Venezia in Serie B, con l’idea di fargli assaggiare il calcio dei professionisti e riportarlo magari a Firenze con un po’ d’esperienza in più. Lo sloveno per altro ha già esordito in massima serie nel finale della scorsa stagione, scendendo in campo nella bruttissima partita di Palermo, persa per 2-0 dai viola. La realtà dei fatti però è molto complicata per l’ex capitano della Primavera, che sotto la guida di Pippo Inzaghi non sta trovando assolutamente spazio: ancora 0 le presenze in campionato e appena un minuto nel primo turno di Coppa Italia, nella partita persa col Pordenone, dove Mlakar fu gettato nella mischia all’89’. Il Venezia oggi si è fatto rimontare un doppio vantaggio sul campo della Ternana, vincendo poi in extremis, ma dell’attaccante proveniente dal settore giovanile viola nemmeno l’ombra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti

  1. Non so se Mlakar sia o no un giocaotre da A, ma questa idea di mandare i giovani a farsi le ossa in B o Lega Pro è veramente fuori dal mondo!!!!! Finiscono sempre per fare da riserva ai 38enni che giocano per arrotondare le pensione!!!!!!! Occorrerebbe mettere una clausola legata alle presenze: tipo se non giocano almeno 20 partite di cui 10 dall’inizio(salvo infortuni certificati da un medico terzo) penale bella alta(3-4 mln di €). Così i bravi potrebbero davvero fare esperienza e gli altri dopo un anno sarebbero messi davanti alla dura realtà di cercarsi un’altra strada!!!!

  2. Ma mandateli al sud;ve li riportiamo uomini e calciatori.

  3. ….ma sapete chi ha segnato?
    Per il Venezia Zigoni, autogol di Plizzari e Domizzi, per la Ternana reti di Varone e Montalto. Saluti, Redazione.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*