Questo sito contribuisce alla audience di

La famosa moviola “perditempo”

RizzoliUno dei motivi a cui si appella chi proprio di moviola non vuole sentirne parlare è che con la consultazione della stessa le partite sarebbero spezzettate e si perderebbe troppo tempo a prendere una decisione. L’ottusità di una tale visione è stata confermata da quanto successo nell’anticipo delle 12.30 tra Sassuolo e Roma, dove Rizzoli ha prima sorvolato su un rigore richiesto dai neroverdi per un intervento di Benatia su Sansone (che a onor di cronaca non sembrava punibile con la massima punizione), per poi concederlo su segnalazione del giudice di porta. Quindi il secondo dietrofront, dopo la testimonianza diretta da parte dello stesso Sansone. Alla fine il tutto si è risolto con un pallone scodellato e restituito dalla Roma al Sassuolo ma con un’interruzione di tre-quattro minuti che con la semplice consultazione di un replay sarebbe stata scongiurata. Il conciliabolo imbastito da Rizzoli è stato anche fin troppo prolungato, sebbene apprezzabile in confronto all’arroganza di molti suoi colleghi, ma come detto evitabile con l’uso della tecnologia che alcuni “benpensanti” vedono ancora come il male del calcio.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti

  1. Ma c’è qualcuno che pensa davvero che non vogliano la moviola perchè farebbe perdere tempo?

  2. Il male è che vogliono proprio falsare i risultati per questo non vogliono la moviola in campo e’ sempre più uno sport per disonesti questo calcio

  3. Machè perditempo, prendete l’esempio dell’hockea su
    ghiaccio. Tutto una questione di abitudine. Ma almeno
    siamo sicuri di non falsificare certi risultati.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*