Questo sito contribuisce alla audience di

La fine ufficiale dell’era Gomez: ma nessuno ha voglia di fare festa

Quella di oggi contro il Wolfsburg sarà l’atto conclusivo del rapporto tra la Fiorentina e Mario Gomez, un legame partito quattro anni fa, in un pomeriggio di luglio dove il “Franchi” si riempì di 25.000 persone entusiaste, pronte a celebrare il colpo di mercato della storia. Sembrano anni luce fa e invece era il 2013 e la Fiorentina sognava in grande, con Pepito Rossi, Cuadrado ed il tedesco là davanti: come andò lo sappiamo tutti purtroppo, con il riscatto parziale dell’attaccante al Besiktas ed ora in Germania. La Gazzetta dello Sport sottolinea come la gara di oggi sia eredità di un accordo legato proprio al suo vecchio trasferimento al Wolfsburg ma non sarà certo una festa: poco ha lasciato Gomez a Firenze, se non le emozioni antecedenti al suo arrivo, e il poco esaltante momento viola, tra campo e mercato, farà il resto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti

  1. Non ci è girata bene ,,poteva andare diversamente

  2. Beh con gomezfu sfortuna

  3. Bravo….o quasi……. in effetti erano 39 milioni……… ma pur di dare colpe alla Società si raddoppiano le cifre….. tanto nessuno va a controllare

  4. E pensare che il Napoli comprò lo stesso anno un certo Higuain allo stesso prezzo (o quasi..).

    Questa è la differenza fra società che sanno comprare ed altre (come la nostra) che buttano i propri soldi!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*