Questo sito contribuisce alla audience di

La Fiorentina a capo della rivoluzione istituzionale

Il fallimento ai Mondiali dell’Italia potrebbe non essere stato un evento meramente negativo. Innanzitutto ha portato alle dimissioni di Abete da presidente della Figc, che ha condotto il nostro calcio ad una crisi di risultati e competitività evidenti. E adesso potrebbe arrivare pure una rivoluzione di uomini che sarebbe assolutamente salutare. A caldeggiare questa rivoluzione, in prima fila, c’è anche la Fiorentina, assieme a Juventus, Roma e Napoli, che hanno lottato in Lega Calcio, contro il sistema messo in piedi da Galliani ed amici. Resta invece da capire quale nome, o per meglio dire, candidato alla poltrona di presidente della Figc potrebbe produrre una simile alleanza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA