Questo sito contribuisce alla audience di

La Fiorentina dà una scadenza a Bernardeschi: le due correnti di pensiero della società

Ok il tempo per pensarci, ok gli impegni con la Nazionale ma poi il tempo per prendere una decisione finirà: la Fiorentina attende ancora una risposta da Federico Bernardeschi, relativamente alla proposta di rinnovo del contratto e la aspetterà fino al 5 luglio, la data in cui i calciatori viola inizieranno a tornare in città per sottoporsi ai test atletici di inizio stagione. Come scrive il Corriere dello Sport infatti, Corvino vorrebbe chiudere le porte in quella data, mantenendo “dentro” chi è rimasto: troppa la differenza tecnica ed economica tra avere il numero dieci o non averlo. All’interno della società ci sono due correnti di pensiero: quella romantica, propria anche dei Della Valle, che sperano ancora in un rifiuto di Berna all’offerta delle big e quella più pragmatica che immagina già un addio alla Baggio. In ogni caso, la società viola vuole il responso e lo vuole prima di partire per il ritiro di Moena.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

15 commenti

  1. Queste manfrine sono disgustose. Si sa tutti benissimo che Bernardeschi se ne andrà e non firmerà il rinnovo, si tratta solo di trovare la maniera per dare la colpa al giocatore, come fanno sempre questi cialtroni. Ah, non mi si venga a dire che gli hanno offerto tanti soldi, perchè il problema è che in questa società non si vede un futuro, un’idea tecnica, una prospettiva! E come non lo vedono i tifosi, non lo vedono neppure i giocatori. Infatti i più forti se ne vogliono tutti andare via. Qui vengono e verranno solo giocatori finiti oppure qualche giovane che userà la Fiorentina come trampolino di lancio per atterrare verso squadre migliori.

  2. Toppo tempo viene dato, se un giocatore ha un’idea, la deve esprimere seriamente, non ci vogliono due mesi per decidere…fai le tue richieste o dici chiaramente di essere ceduto, a chi lo dirà la società; investire ora il ricavato della cessione, non è come farlo nella prima decade di luglio…molti fattori possono influire negativamente, aumento dei costi, obbiettivi sfumati perchè già accasati…si da troppa importanza ad un giocatore che deve ancora mostrare tutto…i fiorentini sono troppo sentimentali, ma il calcio d’oggi non riconosce più questa dote

  3. Baglio fu costretto a andarsene…questo invece sta a valutare la convenienza…..direi un abisso dal punto di vista umano e anche professionale

  4. Sono 2 mesi che DV gli ha OFFERTO IL MASSIMO…oltre non si può andare. DV E LA FIORENTINA hanno urgenza di programmare la Nuova Stagione e traccheggiare ancora si rischia di perdere i colpi individuati. Cosa c’è da andare avanti oltre ? Oramai nel calcio la PASSIONE non esiste più perchè si ha fretta di ARRIVARE E FARE CARRIERA SUBITO. Capisco KALINIC che ha 30 anni e rischia di perdere l’Ultimo treno per una BIG. CHIESA siamo tranquilli che avendo alle spalle il padre conosce come va avanti il calcio dove è FONDAMENTALE portare avanti il processo di crescita.. non avendo il padre calciatore si fanno attrarre dai soldi subito… GOLLINI se era rimasto alla FIORENTINA ha rallentato il processo di crescita. Ha 23 anni se pensa di essere un CAMPIONE ARRIVATO… prenderà delle sonore batoste. BERNARDESCHI non è un campione completo… deve allenarsi e giocare dovrebbe essere la cosa più importante per la crescita del calciatore stesso. Meglio privilegiare giocare titolare che prendere uno stipendio più alto. Quando si deve crescere è importante fare minutaggio in campo.

  5. Via!
    Quando andò via Baggio era completamente diverso.
    Non credo che se Berna sarà ceduto ci sarà una mobilitazione viola di protesta…

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*