Questo sito contribuisce alla audience di

LA FIORENTINA E’ CAMBIATA E ANDREA DELLA VALLE E’ PRONTO A TORNARE. ORA L’OBBIETTIVO STAGIONALE E’ NOTO

Adesso la classifica sembra più giusta, perché la Fiorentina, forse, è la squadra più ‘normale’ di quelle di seconda fascia, quella più continua, quella con meno imprevedibilità, ma con l’andamento meno altalenante. Da qui a divertirsi ce ne corre, da qui a sognare qualcosa di grande anche. Ma in questo momento, accontentarsi, potrebbe essere già un bel passo in avanti.

Pioli sembra aver capito che qualcosa era giusto cambiare. Soprattutto dietro, dove Laurini sta dimostrando di essere il titolare, dove con una quadratura maggiore anche gli altri reparti sembrano migliorare. Quella contro il Sassuolo è stata la prima vittoria, davvero convincente e rotonda, di questa stagione, molto più di quella col Torino anche a parità di risultato, ed è arrivata dopo il pareggio dell’Olimpico contro la Lazio. Giusto osservare che, questo, è il miglior momento della stagione gigliata, dove finalmente il lavoro sembra dare i propri frutti, dove anche quei singoli in difficoltà (vedi Simeone ad esempio) sembrano aver trovato la giusta condizione. Rimane Saponara, rimane Eysseric, rimane Diaz. Giocatori che, in modo diverso, dovranno essere sfruttati al meglio per poter continuare questa striscia positiva di risultati.

E la trasferta di Napoli, fino a qualche tempo fa considerata ‘impossibile’, oggi potrebbe diventare addirittura una bella occasione. Perché la Fiorentina ci arriva con il morale alto, con poco da perdere, con la giusta energia nervosa. E la squadra di Sarri, invece, è nel momento più delicato della propria stagione. La sconfitta bruciante contro la Juventus al San Paolo, la gara decisiva di Champions League, la squadra di Sarri si gioca tutto. Anche dal punto di vista fisico, gli azzurri, sembrano aver perso qualche energia. Questa Fiorentina, per Hamsik e compagni potrebbe diventare uno scoglio difficile da superare. Poi ci saranno nell’ordine Genoa, Cagliari e Milan per i viola. Tre squadre che, guardando il calendario, potrebbero diventare abbordabili per i colori gigliati. Da qui a fine dicembre, le occasioni non mancheranno per cercare di rimanere lassù, con un obiettivo che a questo punto sembra dichiarato e che è difficile ma non impossibile da raggiungere: il settimo posto. Con la classifica spaccata in due, con le ‘cinque’ sorelle che fanno gara a sé e con la sesta ancora distante, per la formazione di Pioli il vero campionato sarà quello contro Torino, Milan e Atalanta. Un mini torneo, da non sbagliare, dove i rossoneri partono con i favori del pronostico nonostante un difficilissimo avvio. Questo, almeno, dice la rosa della squadra di Gattuso destinata, comunque sia, a migliorare. Ecco che, la sfida contro i rossoneri, tra poche settimane diventerà quasi uno scontro diretto per l’Europa.

Infine la questione Della Valle. Continua a rimbalzare, anche da ambienti vicini alla proprietà, l’idea di poter tornare al Franchi prima di Natale. Andrea ha in mente questa cosa, come confermato anche dalle parole del fratello Diego. Contro il Genoa o contro il Milan, potrebbe essere la volta giusta. L’indifferenza di questi ultimi mesi, anche a Casette d’Ete ha probabilmente fatto fare qualche riflessione in più. Nei confronti di una tifoseria, che anche contro il Sassuolo, ha dimostrato di essere di un’altra categoria. Vedere tutta quella gente allo stadio, in una domenica freddissima di dicembre, ha dimostrato ancora una volta quanto Firenze sia innamorata della propria squadra e dei propri colori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

23 commenti

  1. Un piccolo consiglio spassionato caro mocassinaro….. se vuoi passare un Natale sereno e un buon capodanno nn venire allo stadio a vedere la Viola…..ti rovineremo ( con frasi legali) le giornate di festa. Vai a Cortina Capri o dove azzi vuoi ma nn venire a Firenze x favore ma se la tua volontà è questa preparati ad ascoltar qualche …..fraseggio oppure portati i tappi x le orecchie e i paraocchi come i cavalli. Tu e i tuoi Leccavalle fiorentini nn siete persone desiderate all’interno del Franchi ma democraticamente potete venire quando volete ci mancherebbe…..ahahahaaah forza Viola .

  2. Cisko adesso fa poche apparizioni ma riesce sempre a fare il pieno di insulti..poveretto..FV

  3. O Tattamea, rimani a pastorare le capre, in quel delle Marche……

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*