La Fiorentina scrive la storia nell’indifferenza generale

Sousa Barcellona

La Fiorentina conquista la vetta della Serie A e stacca anche l’Inter, l’ultima che ha provato a tenere il passo della squadra di Sousa salvo poi cadere in casa contro i viola e pareggiare poi, con fatica, a Genova contro la Sampdoria. La Fiorentina scrive la propria storia volando lassù al primo posto dove mancava da tanti, troppi, anni, ma nessuno si è accorto di questa “anomalia” del calcio italiano, per tanti era Milan-Napoli il match che doveva dare indicazioni in merito allo scudetto e guardando la classifica oggi vediamo che queste due squadre sono rispettivamente a -6 e -9 dalla Fiorentina, e se loro possono parlare di scudetto perché mai non dovrebbe farlo la Fiorentina? E in fondo non importa se a livello nazionale i viola non vengono considerati, Firenze sogna lo stesso. Atteggiamento da provinciali? Può essere, o forse no, ma in fondo non ci interessa intanto la squadra di Firenze è prima in Italia ed è giusto godersi questo momento. La Fiorentina va avanti a fari spenti, e chissà se il futuro della Serie A e dell’Italia si tingerà di viola, alla faccia di tutti quelli che ancora in vetta alla classifica vedono l’Inter a 16 punti seguita da Lazio e Roma, con il Napoli ormai pronto per il primato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

50 commenti

  1. Ragazzi giusto crederci….Però stiamo sereni anche in momenti difficili… Parliamoci chiaro a Napoli molto probabilmente perdiamo… E se prendiamo un punto alla Roma è già buono….però l’importante è vincere con le medio piccole!!!

  2. Infatti noi primi in classifica ma parlano della crisi l del Milan, della Roma e della Juve e del “grande” Napoli e dei passi falsi dell’Inter!

  3. onora il padre

    Per questioni di lavoro, almeno 2 volte al mese sono in Lombardia e Veneto. Bene vi assicuro che le vittorie della Viola sono ben conosciute tra i tifosi delle strisciate che anzi, in quest’ultimo periodo iniziano a tenerci nella dovuta considerazione. I media sono un’altra cosa. Ragionano in termini di share e quindi se ne escono con frasi del tipo “Kalinic dell’Inter a 4 reti” ( domenica su Radio 1)

  4. è meglio che non ne parlino direbbero solo ********* .ma godiamocela noi fiorentini c’è più gusto

  5. Il massimo penso lo abbia raggiunto Sky. Domenica appena conclusa Palermo – Roma delle 12,30 si presentavano con la seguente classifica: 1° Inter 15 – 2° Roma 14 – 3° Fiorentina 15. Senza parole da quanto sono skifosi. Segue ad una incollatura la DS dove intervistano Borja dopo la vittoria sull’Atalanta, non lo fanno neanche parlare e parte un filmato della Roma su Falcao. Vergognosi.

  6. Nazione Toscana

    Siamo stati sottovalutati, ridicolizzati e persino contestati dal nostro stesso ambiente.
    Squadra mediocre, dirigenza inetta e proprietà assente, blateravano molti tifosi e giornalisti sportivi
    Non c’é da stupirsi dell’indifferenza altrui.
    Mi stupisco, invece, che nessuno dall’interno chieda scusa.
    Detto questo, non ho più tempo da dedicare agli ex tifosi di montella, di neto, di vargas e di salah.
    Tutta gente inutile che non può più danneggiare la Fiorentina.

  7. Infatti quelli di SKY sabato facendo vedere la classifica ci avevano messi terzi dirtro ls Roma che aveva un punto in meno.
    Il calcio come tutte le cose è solo business e share.
    Infatti quando le strisciate vanno bene ne parlano quando vanno male anche.
    Ma noi si va in **** s tutti e si ******* CHIARO e in tanto Salutate la CAPOLISTA

  8. Se bastassero 7 partite x scrivere la storia…
    articolo futile

  9. Sottovalutate Sousa e anche i giocatori. Voi ragionate con le vostre teste. Non siete allenatori. Godetevi il momento spettacolare e lasciate che ognuno faccia il suo mestiere. Fregatevene dei media. Io seguo solo quando parlano Boban, Ambrosini o Adani su Sky che sono piu’ onesti e soprattutto il primo ne capisce di calcio e ha un debole per la Viola perché in squadra ci sono 4 suoi connazionali croati.

  10. Benissimo così. Per me già si fa anche troppo casino. Muti e pedalare….

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*