La Fiorentina si gioca la carta Capezzi per arrivare a Ferrari

Dicevamo ieri nel punto di mercato che su Ferrari adesso è piombata a Juventus ma secondo il Corriere dello Sport-Stadio la Fiorentina si può ancora giocare la carta Capezzi. Infatti il Crotone vuole rinnovare il prestito del giovane centrocampista per giocare con lui anche in Serie A e Corvino potrebbe anche cedere se in cambio avesse una corsia preferenziale proprio per Ferrari. Fiorentina e Crotone torneranno a parlarsi nei prossimi giorni per trovare un’intesa su tutti i fronti. I viola, però, dovranno fare anche un ragionamento approfondito sulla rosa e soprattutto sui giocatori cresciuti nel proprio vivaio per le liste. In questo senso Capezzi potrebbe essere un ottimo elemento nella rosa della Fiorentina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

5 commenti

  1. Discorso troppo semplicistico. Il Barça 1) ha il migliore settore giovanile DEL MONDO, quindi non solo prende tutti i migliori giovani catalani, ma anche buona parte di quelli europei e mondiali. Messi è solo l’esempio più che eclatante. Noi neanche riusciamo a prendere tutti i migliori toscani, avendo come abbiamo non solo la concorrenza importante dell’Empoli, ma anche quella di altre società non toscane che continuano a stringere accordi di collaborazione con società giovanili della Firenze metropolitana, sotto il naso della Fiorentina stessa.
    2) Il Barça inoltre, come tutti i club spagnoli più importanti, ha le squadre B, che sono molto meglio non solo (ovviamente) delle nostre Primavere, ma anche di un prestito al Crotone o al Varese di turno, perché il giocatore oltre a confrontarsi con professionisti esperti continua ad essere seguito direttamente, con un programma ad hoc, dai tecnici del settore giovanile del club in cui è cresciuto. Cosa che ovviamente a Crotone, a Varese ecc. per la Fiorentina NON SAREBBE POSSIBILE.

    Quindi, passi se il giocatore è valido come Berna e (FORSE) Capezzi, ma se tu applicassi il metodo Barcellona senza avere strutture, metodi e organizzazione del Barcellona, finiresti di volata a LOTTARE PER NON RETROCEDERE, come succede a tutte le società che puntino solo o prevalentemente sui giovani nostrani attuali. Assolutamente non al livello di quelli stranieri, d’altronde i risultati delle nostre varie Under lo testimoniano senza tema di smentita.

  2. No non centra l’età basta che è cresciuto nel vivaio della viola x il momento noi abbiamo lazzerini Berna babacar e forse vecino che era stato messo in primavera xo di quest’ultimo non ne sono sicuro….

  3. Ma se dessimo spazio a giocatori interessantissimi e cresciuti nel nostro vivaio come Bernardeschi, Capezzi Baez ecc ecc ??? Non possiamo invidiare la cantera del Barcellona e poi appena abbiamo un buon giocatore nel vivaio lo scarichiamo. Dobbiamo darli in prestito ad altre squadre per uno e due anni, poi metterli in rosa viola (magari affiancati da qualcuno di esperienza) e FARLI GIOCARE.

  4. Basta che abbiano giocato per almeno tre anni nel vivaio della società in questione, non importa l’età.

    C’è, semmai, un altro problema: se prima a Capezzi non rinnovano il contratto in scadenza alla fine della stagione, non lo possono scambiare nemmeno co’ i’ su’ nonno…

  5. Ma capezzi per questioni di età non è fuori dai 4 cresciuti nel vivaio?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*