Questo sito contribuisce alla audience di

La generazione azzurra. Benassi nelle grazie di Antognoni

Gli ha fatto immenso piacere presentare Veretout e Eysseric, ma Benassi e Biraghi gli strappano il sorriso dalle labbre. Come scrive Il Corriere dello Sport/Stadio, Antognoni per i giovani italiani ha da sempre simpatia smisurata. E Benassi poi, gli piace da morire. Tanto da farsi scappare che si, uno come lui può giocare anche alla Oriali. Italiani, azzurri e giovani yè-yè: e Benassi ha la faccia e le parole di uno sul quale davvero la Fiorentina può scommettere tanto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti

  1. Io sono stufo/ alias I'm Bored/ I'm fed up

    Pier, va bene hai ragione , ma una cosa è il casting un’altra è saper agire in un mercato di furbi e scafati. L’effetto che mi faceva Antonioni era quello,di un buon ragazzo che si doveva confrontare con personaggi troppo diversi da lui. Questo non l’ho indicato nel mio,primo intervento , ma è qualcosa che ancora mi suggerisce cautela.

  2. I’m Bored io come sempre rispetto le idee e di tutti e quindi a maggior ragione di un tifoso viola come me ma vorrei ricordarti che Antognoni oltre ad un grandissimo calciatore e’ stato colui che ha “obbligato” Cecchi Gori ad acquistare
    Rui Costa, e’ stato colui che aveva scoperto e già aveva l’accordo con Thuram vanificato dal cecco grullo così come per Nedved. Mi permetto quindi di non essere d’accordo con te per quanto riguarda l’intelligenza calcistica di Antogno la quale non c’entra nulla con la sua dialettica non propriamente oratoriana. Io spero per il bene della Fiorentina che venga in futuro più coinvolto nella valutazione dei giocatori perché noi da questo punto di vista abbiamo in casa un tesoro e forse “qualcuno” ancora non se ne è accorto. Ciao, buona giornata.

  3. Ho sempre reputato Antognoni grandissimo giocatore ma scarso come dirigente. Ricordo la breve esperienza con Cecchi Gori , poco convincente se non scadente sopratutto quando veniva chiamato ad esprimersi opinioni anche su argomenti banali. Inoltre certe prese di posiIone nei confronti della dirigenza di questi ultimi anni mi apparivano stizzite ripicche e improprie o inadatte al momento ; insomma non ero fra quelli che rimproveravano ai DV il suo mancato inserimento in Società . Oggi mi sono ricreduto su tutto , sbagliavo . Si è dimostrato equilibrato ,capace d’interventi appropriati e condivisibili ma ,sopratutto e visto l’andazzo generale ; sorprende la Lealtà dimostrata nei confronti di tutti . Insomma mi ripeto : ho sbagliato nel giudicarlo e sono certo che nel breve , ricoprirà una carica più importante di quella attuale. Della qual cosa io mi compiaccio.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*