La legge del “batto io che me la sento”

La girandola dei rigori alla Fiorentina sembra ancora non avere un padrone. Dopotutto il dictat della stagione sembra sempre essere stato: chi se la sente lo batte, un po’ come ha fatto Bernardeschi togliendo la battuta a Babacar contro l’Inter e sprecandolo totalmente con un pallonetto mal riuscito. La lotteria per il prossimo, se ci sarà da qui alla fine della stagione, è aperta: i rigoristi non mancano di certo se contiamo che lo stesso Bernardeschi, Kalinic, Babacar, Ilicic e Gonzalo Rodriguez sono andati a segno dagli undici metri più di una volta da quando vestono la maglia viola. La filosofia del “lo tira chi se lo sente” terminerà con tutta probabilità dalla prossima stagione con l’arrivo di un nuovo tecnico in panchina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*