Questo sito contribuisce alla audience di

La lunga attesa di Dragowski. Corvino e le sue valutazioni

Non c’è dubbio sul fatto che Bartlomiej Dragowski sia stato fortemente voluto dal dg viola Pantaleo Corvino, che lo ha strappato anche alla concorrenza di altri club. Il polacco però a Firenze non gioca e nella scorsa stagione è stato rallentato molto dagli infortuni. Nel precampionato il classe ’97 ha alternato buone prove a qualche incertezza e ora ricopre il ruolo di secondo portiere alla Fiorentina. Non è mai un vantaggio rimanere fermi, in particolar modo per un portiere, e ora è tempo di valutazioni per Dragowski. Insieme a Corvino e al suo entourage dovrà prendere la migliore decisione possibile per poter crescere, e non è detto che questo possa avvenire temporaneamente anche lontano da Firenze.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti

  1. vedi NETO! 2 anni di panca,1 da titolare e via a parametro zero…lo piglia la Juve e ci guadagna 10 milioni..vede meglio Marotta con un occhio che noi COR VINO😂😂😂

  2. Ora non serve, se poi doventa buono va via senza rinnovare il contratto senza portare soldi, rimane la spesa dei 4 milioni per averlo portato a Firenze.

  3. Altro pallino/fissazione di Corvino! Sarà o diverrà anche buono,ma ORA INUTILE!!
    Con quei 3/4 milioni spesi per lui uniti ad altrettanti dei molti pallini corviniani ,si comprava un CALCIATORE VERO E FATTO.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*