La macchina da gol made in Sousa

Con 33 gol in serie A la Fiorentina ha chiuso questo primo scorcio di campionato in testa alla classifica marcatori tra i 2o team della massima competizione nazionale. Un primato dovuto soprattutto al gioco brillante che Sousa ha saputo dare alla squadra e alla stratosferica forma di Kalinic, arrivato con qualche perplessità in estate dal Dnipro e diventato in breve tempo uno dei bomber più letali del campionato (sono già 10 le reti segnate dal croato). Altro fattore da non trascurare sono i rigori: la Fiorentina ne ha potuti tirare ben 6 (anche in questo caso il gioco di Sousa, pericoloso in zona d’attacco, hapotuto far sì che i viola si trovassero molte volte soli davanti al portiee avversario con i difensori costretti a fare fallo) e, con Ilicic, ne ha marcati il 100%. Un trend totalmente diverso rispetto ai tanti errori dello scorso anno. L’aver trovato un rigorista affidabile ha sicuramente inciso molto su questa leadership in termini realizzativi. Senza tralasciare le 4 reti importanti di Babacar. Unico neo: i pochi gol dei centrocampisti (Badelj, Borja e Vecino hanno segnato, assieme, solo 3 reti). Un punto su cui Sousa dvrà lavorare per aumentare il già alto potenziale d’attacco dei suoi ragazzi

© RIPRODUZIONE RISERVATA