La maledizione degli ex viola: Montella e un cammino disastroso. E la Samp rischia la B

Montella Panchina Sampdoria

La maledizione degli ex viola (che si è abbattuta su molti che hanno lasciato Firenze recentemente) sta colpendo sicuramente anche Vincenzo Montella. L’ex tecnico della Fiorentina era stato chiamato dalla Sampdoria per dare un gioco alla squadra che aveva cominciato la stagione con Walter Zenga (esonerato proprio dopo una netta sconfitta subita contro i gigliati). Ma l’Aeroplanino non è stato di certo né fortunato, né aiutato dalla sua società nel corso dell’ultimo mercato, perdendo il giocatore più significativo e prolifico (Eder), oltre ad altre pedine. Ora Montella e la Sampdoria rischiano la retrocessione in Serie B anche in virtù di un ruolino di marcia disastroso: due vittorie, due pareggi e otto sconfitte con il tecnico campano in panchina. Carpi e Frosinone, che ad oggi sarebbero retrocesse, sono dietro di soli cinque punti rispetto ai blucerchiati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

8 commenti

  1. Salah, Neto campioni! Ho capito perché certi non vincerebbero neanche al fantacalcio

  2. supercannabilover

    Io ho un buon ricordo del gioco di Montella e quando se n’è andato ha detto quello che si è verificato: il ridimensionamento.

  3. Claudio granfava di tutti i campioni che hai nominato a disposizione di Montella l’anno scorso l’unico forse che si rimpiange e’ Savic! Il resto so “amici” di famiglia Nazione

  4. Redazione ho capito che ci sono le quote come nelle aziende parastatali per i meno fortunati, però Nazione ha bisogno più di Lourdes che di voi! Nazione salutami i miei bimbi

  5. Claudio Granducato

    Spartacus, a Sousa è stata venduta una squadra intera. Oltre a Neto, Salah, Savic aggiungerei almeno Basanta, Pizarro, Joaquin, Aquilani, Vargas, Gomez solo perchè più illustri. Quindi, la squadra, considerata da Montella finita, ha dato, con Sousa, tantissimo. Montella ha preso una squadra con alti e bassi ma con 19 punti dopo 11 partite. Ne ha fatti 8 dopo le medesime e prima delle cessioni… Indifendibile.

  6. Nazione Toscana

    Non è mai colpa di Montella, né dei suoi miserabili ex tifosi, contestatori della Fiorentina.
    Forza Sousa!

  7. Montella, paragonato da qualche folle a Bernardini, chiedeva perlomeno 3 rinforzi di prima fascia, per puntare alla Champions…….Sousa, con una squadra depotenziata dalle cessioni di Neto, Savic e Salah, sta lottando per entrare per l’appunto in Champions….Perchè i micragnosi marchigiani non hanno dato qualche rinforzo al tecnico portoghese, visto che non chiedeva la luna, a differenza del “Guardiola all’amatriciana”???

  8. Non è certo colpa di Montella se Ferrero gli ha venduto tutti i migliori. In quelle condizioni nemmeno Mourinho, Spalletti, Guardiola e Ancelotti messi insieme, farebbero meglio.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*