La metamorfosi (e forse un nuovo contratto)

Fino a poco meno di un anno fa sembrava proprio che Ilicic e la Fiorentina in qualche modo si sarebbero separate, visto che lo sloveno non stava rendendo rispetto all’ingente investimento fatto ed in più anche il rapporto coi tifosi era tutt’altro che idilliaco. Si parlava prima di Bologna, poi di Torino e infine di Liverpool, ma nella seconda parte del campionato scorso tutto è cambiato, poi Sousa in estate ha chiesto che non fosse ceduto ai reds e adesso per il mattatore di Poznan si parla già di rinnovo e adeguamento di contratto (scadenza 2018), col tutto che potrebbe concretizzarsi a gennaio, quando se ne occuperà il direttore sportivo Pradè.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti

  1. Assolutamente incedibile. Unico giocatore della Fiorentina (finché non torna il vero Rossi) che dal limite ti dà sempre l’impressione che potrebbe scaturire il goal. Segna tanto e fa segnare tantissimo: cosa si chiede di più ad un trequartista/seconda punta?
    Non è vero che limita Bernardeschi perché nel 3-4-2-1 il Berna potrebbe giocare in coppia con Ilicic o Valero o Mati o Rossi. Inoltre nel 4-4-2 può fare l’esterno dx o sn e nel 4-2-3-1 può giocare nei tre ruoli dietro la punta.

  2. Copio e incollo uccellino.bel giocatore ma con la tipica indolenza slava…fosse tedesco o inglese varrebbe 30 milioni

  3. Beh adessoadesso non esageriamo, se non avesse segnato i due gol si parlerebbe di partita scialba mentre con i gol sembra essere diventato un idolo. Non era schiappa prima e non è fluoriclasse ora, resta indolente perchè spesso si estranea dall’azione e perde molti palloni a centrocampo ma finchè riesce a metterla dentro va’ bene cosi’.

  4. A me dispiace dirlo perche’ sta giocando bene,ma lo cederei comunque,soprattutto adesso che vale un po di piu’.Ha un bel sinistro,ma per il resto incide raramente,soprattutto quando si affrontano squadre piu’quotate;fra l’altro anche con il Lech ha perso un pallone a centrocampo che poteva costare il pareggio.Inoltre lo vedo come un impedimento a Bernardeschi nell’affermarsi in quello che e’ il suo ruolo naturale.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*