La meteora viola Jefferson: “Che partite alla play con Jovetic e Pasqual! Il cibo italiano la mia rovina”

L'attaccante brasiliano Jefferson ai tempi del Latina

L’ex-attaccante brasiliano Jefferson,  attualmente al Teramo, ritorna sulla sua breve esperienza con la maglia della Fiorentina, con cui non ha mai debuttato, e lo fa a Gianlucadimarzio.com: “In Brasile al Paranà avevo fatto abbastanza bene. Con la Fiorentina avevo firmato un pre-contratto in inverno e ad aprile il Paranà decise di mettermi fuori rosa perché non avrei rinnovato con loro. Quando sono partito dal Brasile ero 81 kg, a Firenze sono arrivato a pesare 92.5 tant’è che la prima settimana di ritiro mi sono subito fatto male. I problemi di peso mi sono costati cari, io sono stato sempre qualche chilo sopra e questo mi ha penalizzato parecchio. Avevo avuto un problema alla mandibola, un altro diciamo con gli ‘equilibri fisici’ e poi un altro e un altro ancora. I primi mesi in Italia tutti mi portavano a mangiare fuori e io non riuscivo a regolarmi. Firenze è una città fantastica; ricordo con piacere le partite alla play station con Jovetic, Pasqual che oltre ad essere il mio compagno di stanza era anche il mio maestro d’italiano. E Mutu, in allenamento era pazzesco. La Serie A me la sono lasciata scappare, adesso rivorrei una possibilità”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 Commento

  1. Boh. Non c’è proprio niente da scrivere in questo momento. Mi sembra.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*