La nuova vita di Babacar

Come detto dal procuratore Babacar è rimasto a Firenze perché, nonostante fosse sul mercato, la Fiorentina crede in lui e viste le scelte fatte in attacco troverà il suo spazio. Una nuova vita, un nuovo inizio, dunque, per l’attaccante senegalese che dovrà cercare di resettare una stagione in cui non è stato protagonista per ripartire da capo e cercare, stavolta, di convincere Sousa e di ritagliarsi uno spazio importante. In questo momento, lo ricordiamo, il reparto offensivo della Fiorentina, a livello di prime punta, conta Kalinic, Zarate e lo stesso Babacar.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

16 commenti

  1. Babacar, Balotelli sono giocatori che hanno grossi limiti comportamentali, soprattutto nella gestione del successo. Babacar se vi ricordate ha cominciato a fare bravate fin da sedicenne, fu pescato per ben due volte alla guida di auto senza patente, crede di avere il mondo in mano, in realtà deve dimostrare ancora tutto. Ballotelli poi lasciamo stare, dopo il calcio farà una brutta fine secondo me .Ora o ti chiami Maradona, Romario, Ronaldo, fenomeni ai quali fu ed è consentito tutto oppure fai la figura del fesso.
    Le movenze poi di Babacar sono tutt’altro che da grande giocatore, è lento e macchinoso, prevedibile non è ne diventerà mai un campione e neanche un buon giocatore !

  2. Babacar non può giocare come Kalinic e non può giocare come unica punta centrale, deve essere affiancato da un’altra punta e questo significa 352 o 3412, ma Sousa difficilmente adotta le due punte per cui Babacar non avrà spazio, giocando come unica punta farà sempre la stessa la stessa figura di sempre

  3. Questo se la ride e ci credo, guadagna un sacco di soldi, gioca una partita ogni dieci e fa una vita da star. A vederlo in campo anzichè correre cammina, sempra un lampione tipo il Gomez nostrano (una volta via da Firenze ha ripreso a correre). Lo avrei ceduto anche per la metà dwi soldi che voleva Corvino pur di liberarsene. Minelli della primavere è molto più veloce ed incisivo di questo gifante che ricorda un po’ troppo Balotelli.

  4. Caro Aldo,
    il buon Prandelli lo disse quando Babacar aveva 16 anni.
    Da quel momento la crescita del ragazzo è avvenuta in maniera troppo lenta e addirittura si è arrestata.
    Atleticamente c’è stata quasi una involuzione.
    Forse il ricco contratto e la vita non propriamente da atleta ne hanno condizionato il percorso.
    Inoltre Babacar mostra una fragilità fisica che ti costringe per forza di cose a non puntare su di lui.
    I continui infortuni muscolari – pur giocando poco – sono sintomo di scarso allenamento e di troppo alcol notturno.

  5. Ciao ragazzi, Babacar è un giocatore un po particolare, certamente con caratteristiche diverse da Kalinic, forse agli antipodi, uno bravo nel fraseggio e nel pressing, e con un applicazione agli schemi feroce. L’altro istintivo, mi ricordo sempre il goal all’Inter di due anni fa, poca applicazione, poca voglia di giocare per la squadra. Però un bravo allenatore, deve anche adattare gli schemi ai giocatori in campo in quel momento, con il senegalese, bisogna giocare per me con il 433 o il 4231.

  6. Ri-Proviamo. Per Baba ora o mai più…

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*