La pazienza di Zarate

Zarate Visite Mediche

Ancora zero minuti giocati in stagione, in cinque partite e mezzo tra campionato ed Europa League: a Genova, chissà, senza il maltempo forse avrebbe avuto un po’ di spazio a disposizione. Invece ancora di Mauro Zarate in campo non c’è stata traccia, nonostante un ritiro estivo di tutto rispetto ed una vitalità piuttosto sui generis rispetto al resto della squadra, spesso eccessivamente compassata. Ancora poche le garanzie date a Sousa, questa la spiegazione fornita oggi dal portoghese, e la risalita improvvisa di Babacar non ha giocato certo a sua favore. Di pazienza ed impegno ce ne vorranno ancora molti insomma per il buon Zarate, che continua a scalpitare dalla panchina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

8 commenti

  1. Alberto viola club Roma

    Forse però giocare gli farebbe bene,magari 25/30 minuti,sono certo che è in grado di farli.

  2. Le ultime 3 risposte sono esaustive….Redazione serve altro? E cercate di scoprire come mai era a Venezia con i genitori a farsi i selfie

  3. Mi sembra abbia altri problemi in questo momento….articolo inutile.

  4. Credo sia giustamente un po’ deconcentrato a causa dei problemi di salute della moglie.

  5. Zarate sarebbe gia titolare se non ci fossero stati quei problemi personali relativi alla salute della moglie.
    Ha dovuto fare due volte avanti e indietro verso l’Argentina e ha anche saltato l’ultima fase precampionato.
    Adesso pian piano recuperera’ e piu avanti tornerà utile.
    Inutile stressare Sousa su questo e lo stesso Zarate.

  6. Al calcio si gioca in 11 e con un pallone solo almeno che non ti chiami leo messi.quindi bisogna giocare per la squadra e non per sr stessi.

  7. Per me giocherebbe sempre e’ l’unico che salta l uomo nella viola.

  8. Invece di scalpitare impari a giocare non da solista.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*