Questo sito contribuisce alla audience di

La pesca in Francia di Corvino: la fucina-talenti è quella giusta

Non solo Balcani e Brasile, l’orientamento di Pantaleo Corvino sembra ora diretto con maggior decisione verso la Francia, da cui dovrebbero arrivare il difensore Diallo (Monaco) e l’esterno offensivo Karamoh (Caen). Trattasi di una vera e propria fucina di talenti quella francese, da cui una certa fiducia su ciò che vi si pesca: nessuna garanzia assoluta naturalmente, perché il campionato italiano resta difficile, ma il trend degli ultimi anni autorizza ad un certo ottimismo. La Francia d’altronde è stata campione del Mondo Under 20 nel 2013 e campione d’Europa Under 19 lo scorso anno; tramite Monaco, Nizza, Lione e tutte le altre della Ligue 1 ha tirato fuori una quantità innumerevole di talenti, già pronti per il calcio d’alti livelli: da Mbappè a Lemar a Bakayoko, fino ai vari Tolisso, Diakhaby, Dembelè e chi più ne ha, più ne metta. Attendiamo prima l’arrivo dei due su citati e poi l’esame del campo ma le premesse potrebbero essere davvero interessanti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. E basta con i talenti, compra anche qualcuno affermato. Ma poi mi chiedo se una squadra che ha vinto il campionato si possa provare tanto facilmente di un suo talento. O sono fessi o non è un talento. Secondo me non sono fessi.

  2. Dai corvo….regalaci talenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*