La prima di Sousa in Europa sorprende tutti: da Firenze a Basilea

Forse memori del recente passato, con le felici campagne europee sotto la guida di Montella, scandite da risultati roboanti sia in casa che in trasferta, oltre che dal classico atteggiamento offensivo, abbiamo avuto modo di notare una certa sorpresa nell’ambiente Basilea. Dai media agli stessi calciatori scesi in campo, il commento è stato univoco: “Non ci aspettavamo una Fiorentina così rinunciataria”. Ed è stato effettivamente questo l’aspetto che della gara di ieri ha maggiormente colpito, in negativo, anche Firenze ed i suoi tifosi. Dopo il gol di Kalinic infatti la squadra di Sousa ha teso a controllare la partita, cercando di condurla in porto, senza tentare di azzannarla e metterla al sicuro. Alla base ci sono più motivazioni, dal tempo di cui Sousa certamente necessita per affermare il proprio sistema di gioco, al caldo afoso, al valore comunque non ignorabile del Basilea. Resta il fatto però che dopo l’esordio frizzante con il Milan, quella di ieri è stata la terza prestazione consecutiva a presentare questo tipo di caratteristica, “sorprendente” se si pensa alle abitudini viola degli ultimi tempi. Da Sousa a questo punto ci aspettiamo una bella contro-sorpresa, già a partire da Carpi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 Commento

  1. QUESTO è UN ALLENATORE MEDIOCRE NEL PRIMO TEMPO SI DOVEVA CHIUDERE LA PARTITA CONTRO UN BASILEA MEDIOCRE COME LUI,DOVEVA FARE IL PRESSING COSI DICEVANO GLI ESPERTI DI CALCIO, BERNARDESCHI IN TRIBUNA X TOUR NOVER UNO DI 20 ANNI POCO + DEVE RIPOSARE POVERO SOUSA SPERO CHE IL PANETTONE LO MANGI DA UN’ALTRA PARTE.TRà LUI E MONTELLA E COME IL GIORNO E LA NOTTE…..

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*