Questo sito contribuisce alla audience di

La prima pietra

Più esplicito di così Stefano Pioli non poteva essere: “Siamo stati abbastanza chiari sugli obbiettivi: quest’anno si vuole costruire qualcosa, dobbiamo pensare a posare la prima pietra”. Il tecnico viola, implicitamente o no, ha ammesso che questa stagione dovrà funzionare da punto di partenza per il futuro, una pietra miliare su cui basare la Fiorentina che verrà. Non che ci fosse bisogno delle parole di Pioli: basta dare un’occhiata alla classifica per capire che prosieguo di stagione sarà, al netto di importanti miglioramenti che però sembrano più utopia che altro. L’allenatore gigliato ha sposato a pieno il progetto della Fiorentina, accettando di sacrificare una stagione in vista di prospettive future migliori: adesso però Pioli si aspetta pochi ma importanti rinforzi dal mercato di gennaio, per evitare di arrivare a marzo senza alcun obiettivo. Corvino dovrà portare al suo allenatore almeno un terzino e un’alternativa di livello a centrocampo, ma al momento non sembrano esserci i margini per sperare di arrivare in Europa: la Sampdoria si candida sempre di più a vestire i panni indossati da Sassuolo e Atalanta nelle ultime due stagioni e il Milan è destinato inevitabilmente a risollevarsi. ‘Posare la prima pietra’ diventa (lo è sempre stato?) il vero obiettivo stagionale: rimane comunque vivo l’interrogativo sulla gestione del calciomercato estivo, con quei settanta milioni che potevano e dovevano essere spesi meglio. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

13 commenti

  1. Fiore63 e Violino vorrei porre la vostra attenzione ad un ulteriore aspetto: quando ci siamo avvicinati a vincere o a fare il salto di qualità ci hanno tagliato sempre le gambe. La proprietà ci ha provato, errori e fregature hanno fatto si che rivedessero il modo di fare calcio. Vediamo dove possiamo o ci faranno arrivare, per inciso anche io vorrei sempre vincere, ma col viola nel cuore non è possibile.

  2. È stato detto a più riprese, ma si sa che non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire. Ogni riferimento ai giornalisti fiorentini ed a una certa parte di tifosi è troppo ovvio.

  3. @Violino se I fatti mi smentiranno sarò il primo a rallgrarmene, ma per come vedo le cose sarà molto difficile. Ad majora e SFV.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*