Questo sito contribuisce alla audience di

La Primavera ritrova un talento e una promessa

Continua a far sentire il fiato sul collo alla Juventus. In vista della semifinale di ritorno coi bianconeri di mercoledi prossimo, la Fiorentina Primavera di Semplici si è rifatta sotto alla capolista del girone A, oggi impegnata a domicilio in una sfida delicata col Livorno. La Juventus è ora distante solo 2 punti, dopo la convincente vittoria viola sull’Empoli e la contestuale sconfitta a sorpresa della squadra di Baroni a Modena. E i baby viola fanno tappa oggi in Emilia, dove alle 14.30 a Collecchio incroceranno gli scarpini col coriaceo Parma di Pizzi, formazione che milita nei bassifondi di classifica, ma che all’andata ha bloccato i gigliati al Poggioloni. Semplici non potrà contare sugli indisponibili Da Silva, Bernardeschi e Belli, rispettivamente una pedina tra attacco, centrocampo e difesa, oltre che su Acosty, ormai aggregato in pianta stabile con la prima squadra, ma può contare su Cenciarelli, talentuoso centrocampista offensivo rientrato a Firenze dopo essersi fatto le ossa in prestito in Seconda Divisione Lega Pro la Campobasso, salvo poi rispedirlo al mittente a causa di problematiche societarie. Tra i partenti per l’Emilia c’è ancora Gondo, attaccante classe 1996 degli Allievi Nazionali che ha fatto il suo esordio una settimana fa in Primavera, ma soprattutto ha rifilato due reti coi ragazzi di Guidi nello 0-3 a Vinovo contro la Juventus: per il capocannoniere ivoriano si apre la staffetta per il centro dell’attacco con Magheri, alle spalle agiranno Baccarin, Campanharo e Matos.

© RIPRODUZIONE RISERVATA