Questo sito contribuisce alla audience di

La Primavera viola non riesce a uscire dal tunnel: dal sogno primato all’incubo

Riccardo Sottil durante un allenamento. Foto: Fiorentinanews.com

Eppure la Fiorentina Primavera aveva iniziato la stagione un po’ come aveva finito la precedente, ovvero tra le big del campionato (l’anno scorso sconfitta solo in finale dall’Inter): 12 punti conquistati sui primi 15, con il bel successo all’esordio sul campo dell’Atalanta. Poi però l’oblio e cinque sconfitte in sei partite, ieri il culmine con il suicidio interno contro il Chievo: il primato è sfumato da tempo ormai ma ora sta scivolando via anche la zona play-off. Il tunnel imboccato dai ragazzi di Bigica sembra ancora lungo, anche perché nel frattempo si è aggiunto il k.o. pesante in Coppa Italia con il Milan. Il talento forse è diminuito e le difficoltà del torneo sono sicuramente aumentate, nulla però che giustifichi rovesci come i tre di questa settimana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

7 commenti

  1. @S69
    Giocatori bravi la primavera li ha, Hagi e Sottil in primis e Hristov a seguire …
    Il problema è che il pesce puzza dalla testa: Bigica!!!

  2. Io concordo pienamente con le parole di Paolo

  3. Redazione, quanto ha speso quest’estate Corvino, per imbottite la primavera di presunti fenomeni ??

  4. Melquiades Livorno

    E’ vero, Bigica era sopravvalutato da calciatore ed è povero come allenatore. Una scelta sbagliata della società, una tra le altre

  5. Basta con Bigica, … abbiamo bisogno di altre contro-prove?!?!
    Io ne faccio volentieri a meno … !!
    E fortuna che c’era Hagi e Sottil … altrimenti si perdeva 0-3

    Ridateci Buso come allenatore, almeno lui ha grinta da vendere e ci ha lasciato dei gran ricordi !!!!!!!!!!

  6. Fenomeni troppo presto e senza nemmeno giocare.

  7. Non sono i ragazzi che hanno imboccato il tunnel, è Bigica che li ha portati in un tunnel che ad oggi non si vede la fine!!!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*