Questo sito contribuisce alla audience di

La Procura Figc accusa Andrea Agnelli di avere contatti con boss mafiosi. La replica: “Quello che leggete è falso”

Il sito dell’edizione torinese de La Repubblica riporta le parole del Procuratore della Federazione italiana giuoco calcio (Figc), Giuseppe Pecoraro, in audizione alla commissione Antimafia.”Dalla documentazione arrivata dalla Procura di Torino, si evidenzia che Dominello Saverio padre e Dominello Rocco (il figlio) sono rappresentanti a Torino della cosca “Bellocco – Pesce” di Rosarno. Dominello Rocco ha rapporti con la dirigenza Juve per la gestione di bagarinaggio e biglietti e abbonamenti. Chi sono i dirigenti che hanno contatti con queste persone? Sono: il dottor Carugo, il dottor Merulla, il dottor D’Angelo ed il presidente Agnelli. Devo dire – precisa il procuratore Pecoraro – che anche il direttore generale Marotta, ha avuto rapporti seppur occasionali con il mondo degli Ultras ma non è stato coinvolto nella nostra conclusione indagine”. “Il procedimento nei confronti della Juventus – dichiara Pecoraro – è iniziato il 2 agosto del 2016 con il mio predecessore, Palazzi. A settembre io sono stato a Torino dal procuratore Spataro chiedendo notizie sul procedimento in corso. Il Procuratore ci ha dato un’ampia collaborazione, inviandoci numerosi atti e nel tempo siamo arrivati a più di 5mila pagine”. Il presidente bianconero Andrea Agnelli, intanto replica su Twitter: “Nel rispetto di organi inquirenti e giudicanti ricordo che non ho mai incontrato boss mafiosi”. “Ciò che leggo – aggiunge – è falso”. La stessa Juventus comunque sarà audita in commissione antimafia. Lo ha deciso l’ufficio di presidenza della commissione di San Macuto dopo l’incontro con il procuratore Figc Giuseppe Pecoraro. La commissione ha chiesto l’audizione di ‘rappresentanti’ della società calcistica, ma è probabile che l’audizione riguarderà il presidente Andrea Agnelli. Successivamente l’Antimafia ascolterà nuovamente la procura Figc.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

7 commenti

  1. Si sa che in Italia più in alto vai più marciume trovi, ma è un fenomeno a 360 gradi e per questo tutto finirà tra tanto tempo in una bolla di sapone! That’s Italy.

  2. Tanto per non farsi mancare niente, la sguadra senza colori!!! A quando la tratta di esseri umani??E se Lapo entra in società, possibilità di sfruttamento della prostituzione?

  3. Feccia dell’umanità, non schifo niente al mondo quanto i gobbi.

  4. A parziale giustificazione e nn per voler scagionare nessuno, ma Marotta, sembra accertato che nn parlasse con il mafioso, ma con quello accanto che e completamente estraneo ai fatti.

  5. Tranquillo, Agnelli, è solo un boss mafioso, lo faceva anche Andreotti e lo hanno fatto senatore a vita della Repubblica Italiana. L’importante è non frequentare i ‘trans’, dalle tue parti, e da questo punto di vista TU sei ok. Tuo cugino no, purtroppo… vai tranquillo, ci hanno fatto la storia del cinema coi boss mafiosi, ammirati da tutti, e ora ti formalizzi, vai tranquillo. I boss fanno bene, i trans fanno male…

  6. Il twit si è concluso con #finoallafine….LADRI DI M……!!!??

  7. Sono marci fino al midollo, hanno anche la faccia di dire che calciopoli non esisteva,adesso anche collusi con la mafia

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*