Questo sito contribuisce alla audience di

La protesta dei 150 e il loro incubo

Activa Foto

Protesta doveva essere e protesta è stata. I 150 tifosi temerari della Fiorentina che sono andati in trasferta all’Olimpico sono rimasti in silenzio per la prima mezz’ora della gara (paradossalmente quella in cui i viola sono andati meglio) per portare avanti una battaglia contro barriere e restrizioni in Curva, una battaglia che a Roma portano avanti già da tempo. Finito il silenzio è cominciato l’incubo tecnico: una Fiorentina moscia, così come l’ha definita Borja Valero, che si è squagliata come neve al sole sotto i colpi della formazione guidata da Spalletti.

In altri tempi qualcuno avrebbe proposto ai giocatori di ripagare la trasferta ai sostenitori, stavolta non accadrà di certo, ma è anche vero che prestazioni del genere sviliscono un’intera tifoseria.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

14 commenti

  1. Cav, onda d’urto alcol campi, ecc ecc che tempi la Fiesole in quei tempi rispettata temuta, invidiata da tutte le tifoserie d’italia, non avrebbe mai ripeto mai avuto solidarietà con i tifosi della roma, povera fiesole.

  2. O un diavolo per capello. Ci vuole rispetto per quei tifosi che si fanno le trasferte e per la gente che li guarda in televisione pagando mediaset o sky. Pezzi di m…a e farabutti

  3. A ragione marco Baldini la scuadra rispecchia la sosceta ( ridicola e vergognosa) no si dovrebbero mettere la maglia viola a dosso cuesti BUFFONI e senza P…e

  4. Bravo Berni…hai proprio ragione..apparte non cantano un *****..ma poi inc…… vi con la società è fate fare le corse ai giocatori

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*