La prova del nove

L'allenatore Paulo Sousa. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Quattro vittorie e due pareggi in sei partite, più di un mese senza sentire l’amaro sapore della sconfitta. La Fiorentina è tornata? 

Si tratta di una domanda che non ha ancora conosciuto la risposta esatta, anche se sono molti gli indizi che testimoniano la crescita dei gigliati: le vittorie di Cagliari e Bologna hanno ripagata una squadra che sa essere letale anche in trasferta, il doppio confronto europeo contro i cechi dello Slovan Liberec non ha fatto altro che ribadire la netta superiorità numerica della Fiorentina nel gironcino di Europa League.

A smorzare gli entusiasmi, però, ci hanno pensato i deludenti pareggi casalinghi contro Atalanta e Crotone: quello con i derelitti calabresi, arrivati al Franchi con un solo punto di classifica, ha scatenato i fischi di qualche tifoso fiorentino. L’attenuante della parziale impraticabilità del terreno di gioco e il macroscopico errore di Tatarusanu non cancellano le difficoltà offensive palesate dalla Fiorentina.

Nelle ultime due partite, però, l’intesa tra Ilicic e Kalinic sembra essere tornata (quasi) ai livelli della passata stagione: Sousa si augura che questo sia solo l’inizio perché le prestazioni del duo slavo sono fondamentali per l’economia della stagione viola. E in tal senso la partita di domenica contro la Sampdoria rappresenta la prova del nove: vincere vorrebbe dire superare definitivamente il periodo negativo e rilanciarsi in ottica Europa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti

  1. Bisogna battere la samp assolutamente senza scuse. Gli alibi non sono mai esistiti.

  2. Secondo me Dario ha ragioni da vendere…

  3. La ripresa è solo un termine da bar. Abbiamo perduto per uno sputo con la gobbentus, abbiamo pareggiato col Milan rischiando parecchie volte di andare in vantaggio, abbiamo vinto con la Roma eppure siamo ancora qua a parlare di rinascita della viola.

    La verità è che ogni partita è una realtà a se stante e serve grinta e corsa ogni volta che si scende in campo. Tutto qua.

  4. Fracazzo da Velletri

    Vincere con Cagliari, Bologna , Liberec e speriamo Sampdoria non vuol dire niente è solo conferma di una superiorità palese sulla carta!!!un sano obiettivo e realistico giudizio si potrà dare solo dopo aver vinto con Lazio,Napoli. Solo allora si potrà parlare di superamento definitivo del periodo negativo !!!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*