La questione Badelj e l’incertezza Vecino. Per due giocatori c’è l’obbligo d’acquisto

Anche il centrocampo della Fiorentina subirà un bel restyling nel corso della prossima estate. E sulle sorti dei vari centrocampisti viola, La Repubblica scrive stamani che la questione primaria sarà la cessione che deve essere inevitabile, vista la scadenza giugno 2018 del suo contratto, di Milan Badelj. Corvino dovrà fare l’impresa di riuscire a ricavare la cifra più alta possibile, ma andare sopra i 7 milioni di euro sarà difficilissimo. C’è poi Matias Vecino che è ancora relativamente giovane e che potrebbe far parte della Fiorentina del futuro. Potrebbe perché in caso di arrivo di un’offerta importante (20-25 milioni di euro) la società valuterebbe anche la sua cessione. Di Borja Valero invece scriviamo a parte.

In entrata sicuri i riscatti di Cristoforo (era arrivato in prestito con l’obbligo di acquistarlo definitivamente) e di Sanchez che ha ampiamente superato il 50% delle presenze stagionali e anche qui scatta l’obbligatorietà dell’ingaggio da parte del club gigliato, per un esborso totale di 6,3 milioni di euro. E poi tutto dipenderà dall’allenatore che verrà. Se sarà uno che privilegia il centrocampo a tre, indispensabile sarà prendere un regista di ruolo che abbia molta qualità. Se invece gioca con una linea a due allora si andrà più su un mediano che sappia fare le due fasi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. Il problema non è il riscatto di Sanchez e Cristoforo ma quello sembra obbligatori a 4,4 ml per Maxi Olivera.

  2. Sempre positivi eh…..

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*