La regina dei muri targata BISONTE. Calloni: “Questa sì che è tanta roba”

calloniBisonteEd ecco a voi la Regina dei Muri, Raffaella Calloni. Con una straordinaria seconda parte di stagione, la centrale de Il Bisonte Firenze ha piano piano sorpassato le sue antagoniste nella classifica dei muri vincenti, fino a battere di un solo block in la rivale più agguerrita, Jovana Stevanovic della Pomì Casalmaggiore. 76 a 75 dicono i numeri finali, per la gioia di una ragazza che dopo aver perso praticamente un anno per un grave infortunio al tendine d’Achille, ha saputo rilanciarsi con la maglia de Il Bisonte, in una stagione splendida sia a livello personale che di squadra.
“Sono felice e orgogliosa di quello che ho fatto – racconta Raffa – perché penso che non sia da tutti: in una stagione in cui qualcuno dubitava anche di un mio possibile ritorno ad alto livello, vincere la classifica dei muri è stata proprio tanta roba”.

Dopo l’infortunio hai mai pensato di non farcela?

“Momenti di sconforto ce ne sono stati, ed erano inevitabili, però sono sempre stata convinta di poter tornare ai miei livelli: speravo di poterlo fare anche prima, però non ho mai mollato e di questo do merito a me stessa. Dico la verità: avevo più fretta io della società, che ha fatto una scommessa su di me: quando ho firmato ero ancora in grossa difficoltà, ma i dirigenti e l’allenatrice mi hanno dato tutto il tempo necessario. Sapevano che avrei potuto avere degli alti e bassi, perché stando un anno fuori perdi parecchia confidenza, ma adesso mi sembra di essere tornata una ventenne”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA