Questo sito contribuisce alla audience di

La riabilitazione della Fiorentina

Ancora vicenda Tavecchio. Ne parla in un pezzo pubblicato sul proprio sito personale (www.violaamoreefantasia.it) il giornalista e tifoso viola, Francesco Matteini che giudica molto positivamente il ravvedimento della Fiorentina nelle ultime ore: “La Fiorentina ha ritirato il suo appoggio a Tavecchio, ormai per tutti “il banana”, per l’elezione a presidente della Figc…Una presa di posizione chiara e lodevole. Francamente la candidatura di Tavecchio mi sembrava poco sostenibile anche prima della sua frase forse razzista, certamente di stratosferica imbecillità. Tavecchio non è proponibile ai vertici del calcio perché ha condiviso, da vicepresidente, la gestione Abete; perché non ha un chiaro programma di cambiamento radicale del pianeta calcio; perché è appoggiato da Lotito, Galliani e Beretta. Dopo la scivolata sui giocatori africani che mangiano le banane, ha incassato la benevola assoluzione di Maurizio Gasparri e Daniela Santanché: altri due ottimi motivi per non votarlo. La decisione della Fiorentina di appoggiare Tavecchio nella corsa contro Albertini mi aveva deluso. Questa decisione, degna di una società seria e coerente, la riabilita. Demetrio Albertini forse non è la miglior soluzione, ma Carlo Tavecchio sarebbe certamente la peggiore”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

17 commenti

  1. Lensare? A Prandelli? Auesti? 2 lessi?

  2. Ma quelli che lo appoggiano conoscono la storia di quest’uomo?io non lo conosco e non sapevo neanche della sua esistenza,ma a leggere gli elenchi di cose negative che ha scritto Gino ,e’ mai possibile che possano votare una persona cosi? se sono vere tutte quelle cose,non capisco come possa essere votata una persona cosi’,che si chiami Tavecchio o no, e mi meraviglio anche dei DV che hanno avuto bisogno di una frase infelice per non appoggiarlo,come se quei precedenti fossero solo un’invenzione

  3. Carlo Tavecchio è stato processato e condannato cinque volte. È stato condannato a 4 mesi di reclusione nel1970  per falsità in titolo di credito continuato in concorso, a 2 mesi e 28 giorni di reclusione nel 1994  perevasione fiscale  e dell’Iva , a 3 mesi di reclusione nel 1996  per omissione di versamento di ritenute previdenziali e assicurative, a 3 mesi di reclusione nel1998  per omissione o falsità in denunce obbligatorie, a 3 mesi di reclusione nel 1998  per abuso d’ufficio per violazione delle norme anti-inquinamento, più multe complessive per oltre 7.000 euro. Vi rendete conto i moralisti dei DV chi appoggiavano prima di quella sua battuta infelice? Questi vogliono cambiare il calcio? Parlano solo…

  4. A lensare a entrambi mi vien da dire perchè allora non mettere a Prandelli, con i due ha una cosa fondamentale in comune che è la cosa che fa si che auesti ambiscano a questa importante carica
    La differenza e che Prandelli nonostante le ultime sparate(ha deluso abbastanza dai 2 lessi alle 2 misure sul comportamento dei giocatori allo scarica barile con rossi)è molto meno viscido dei 2…..

  5. in tutte le considerazioni, Albertini di contro è persona comunque colta ed esperta del mondo calcio, certo ha vissuto fianco a fianco con certi soggetti che…va beh lasciamo stare però almeno sà parlare….altre persone sinceramente non se ne vedono in giro da proporre…..

  6. Concordo con Belva.

  7. ah beh oilel, a conti fatti….lgi anni sono quelli, tolto tavecchio ovvio….comunqe già prima del 2000 le cose nelle facoltà stavano già andando verso il basso, ma io non intendevo criticare, era solo per dire che una cosa nn implica e/o ne esclude un altra,così come gioventù nn è sinonimo di innovazione e vecchiaia nn è sinonimo di esperienza, credo che per migliorare il calcio,così come qualsiasi altra azienda, non basta il titolo di studio o il C.V. ma i risultati ottenuti, tavecchio crolla

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*