La rinascita di Zarate: gol e lacrime per la moglie

E’ stata un’estate molto complicata per Mauro Zarate che ha dovuto mettere da parte il suo lavoro per star vicino alla moglie e lottare con lei contro un brutto male. Così tra un viaggio in Argentina e i pensieri a tutt’altro che al calcio, il suo esordio in campo con la Fiorentina è stato rimandato di settimana in settimana, fino a ieri sera. Bastava guardarlo in fase di riscaldamento per capire che avrebbe spaccato il mondo una volta in campo. Tutta la sua rabbia, tutta la sua preoccupazioni, tutti i suoi problemi, Mauro, li ha concentrati nel suo destro e appena ha avuto l’occasione ha tirato con tutta la rabbia del mondo piegando le mani al portiere del Qarabag. Ci teneva a segnare, a mostrare la maglietta per la moglie, a far sapere a tutto il mondo cosa aveva provato in questi mesi. Gol e lacrime per Zarate che non si è fermato lì deliziando il ‘Franchi’ anche con un’altra perla, stavolta su punizione che ha fissato il risultato finale. Una storia delicata e complicata la sua, ma intanto, ben tornato Mauro!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti

  1. per me c’è stato sempre è Sosa che non lo apprezza anche se in squadra è uno dei pochi ad avere fiuto del gol.

  2. Secondo me questa storia che ha avuto gli darà la maturità spicologica che gli mancava, e lo farà ancora di più un grande giocatore 😉 ora bisogna che il nostro allenatore lo faccia giocare di più…
    DOMANDA X LA REDAZIONE= non mi ricordo se Zarate è nostro o è ancora in prestito?
    Si, acquistato a titolo definitivo. E’ di proprietà della Fiorentina. Redazione

  3. tornerà importante!! farà tanti gol per la fiorentina! sono contento per te

  4. bella storia bel giocatore…bentornato MAURITOOO

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*