Questo sito contribuisce alla audience di

La riscossa delle ‘pianticelle’, il coraggio di Sousa. Un lavoro che non può essere interrotto

C’era una volta una Fiorentina fatta di giovani, aiutati da pochi meno giovani, che seppe stupire l’Italia intera e in pochi anni conquistare pure il secondo (ed ultimo) scudetto della storia viola. Quella squadra, che fu rinominata Fiorentina yè-yè, si fondava su giovani di belle speranze, ragazzini pronti a dare tutto per la maglia viola e per diventare grandi in fretta. Sono passati tanti anni, sicuramente troppi, in attesa di una nuova squadra basata sui giovani e il tanto discusso Paulo Sousa si è preso questa bella responsabilità di riproporla. Bernardeschi, Babacar, Chiesa e Perez sono quelli che il portoghese ha già lanciato in Prima Squadra, giovani importanti, non comparse, che hanno portato punti pesanti alla Fiorentina. Ma alle loro spalle ce ne sono tanti altri, chi sparpagliato tra Lega Pro e Serie B chi invece ancora in Primavera, che possono essere molto interessanti, tutti con l’obiettivo di diventare grandi con la maglia della Fiorentina. E se poi Sousa se ne andrà a giugno servirà un altro tecnico con lo stesso coraggio e la stessa spensieratezza su questo argomento per non lasciare a mezzo questo tipo di lavoro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

19 commenti

  1. Perez ha esordito solo a causa dell’ostracismo di Sousa nei riguardi di Zarate, Questo giovane con Sousa non lo rivedremo in campo.

  2. Ora per un gol fatto dopo un rimpallo sul portiere Chiesa e’ diventato un fenomeno e Sousa mago per averlo scoperto.Ma aspettate il Sassuolo e Genoa senza parlare di Napoli e Lazio per vedere i risultati del fenomeno Sousa

  3. Viola inside

    SOLO 6 punti vorrai dire…. Con una squadra di giovani e senza i migliori giocatori perché infortunati

  4. Fracazzo da Velletri

    2 anni che lo dico Fiorentina di giovani affamati, anche se non vengono dal settore giovanile viola si prendano i migliori in circolazione con i soldi di quelli che hanno già dato anche se sono innamorati di Firenze! !chiaro? ????

  5. Il Sassuolo ha 6 punti meno di noi e in Europa ha già salutato la compagnia!!!!!!!

  6. Sinceramente non so quanto conti l’allenatore, occhio non dico non sia stato bravo con chiesa perché prendere un ragazzo direttamente dalla primavera è sempre un rischio e lui gli sta concedendo spazio e occasioni importanti senza paura!!
    Ma è anche vero negli anni di Montella furono valorizzati baba e Berna al primo anno tra i grandi e matos dopo tanto girovagare.. Oltre all’esordio di Minelli e capezzi!
    Il vero lavoro è fatto dalla proprietà che ha costruito un settore giovanile che fornisce giovani utili alla causa e soprattutto ci sono direttive ad andare in questo senso.. Il Sassuolo non fa giocare giovani italiani perché di Francesco vuole così.. É la società che mette a disposizione quei giocatori e lui lavora con quello che ha

  7. Venuti è il prossimo a poter fare il salto di qualità, tra l’altro è un terzino destro

  8. Da riportare a casa Piccini, Venuti e Petriccione

  9. Viola InSide

    Perez chi????? Ancora sono imbufalito per il cambio fatto a Milano, quando Sousa l’ha voluto fare i fenomeno…. Di allenatori con più logica (vedi formazione fatta col Palermo) e meno fisse (vedi Tello) se ne trovano, anche di quelli che lanciano i giovani, basta vedere la squadra del Sassuolo..

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*