La rivoluzione di Sousa parte dalla difesa a tre

Sousa in piedi

Il calciomercato si è chiuso con la Fiorentina che ancora una volta non è riuscita ad aggiudicarsi un terzino destro di ruolo con il solo Tomovic, già a sua volta riadattato, ad occupare quel posto. Così Paulo Sousa studia un’altra rivoluzione per la Fiorentina e, come riporta La Nazione, pensa ad un 3-4-3 decisamente offensivo con Tomovic-Gonzalo-Roncaglia in difesa. Nei cinque di centrocampo può trovare spazio Blaszczykowski come Gilberto mentre a sinistra si ripropone il consueto ballottaggio tra Pasqual e Alonso. In attacco poi non mancano certo le alternative, da Bernardeschi a Ilicic passando per Babacar, Kalinic, Rebic, Rossi e Baez, tutti in lotta per tre maglie e all’occorrenza anche Kuba può giocare da esterno alto di attacco. Sousa cambia in relazione a ciò che il mercato non gli ha portato ed ecco che dalle ceneri della Fiorentina di Montella ne nasce un’altra che mantiene comunque alcune caratteristiche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

28 commenti

  1. assiamo ora a raccogliere la tua sfida, BIBI …
    Non nego che esistano problemi e che non siano stati fatti errori – ci mancherebbe e sarebbe persino assurdo pretenderlo (come molti pretendono). Il problema innegabile è quello della comunicazione tra Società e mondo circostante. Poi tra le questioni che enumeri ce ne saranno senz’altro valide, ma alcune lo sembrano solo perché sono basate su assiomi inesistenti o quantomeno discutibili, frutto non sempre involontario del pressappochismo giornalistico da cui siamo pervasi (non so se tu te ne sia accorto!). Altre ancora sono solo punti vi sta, opinioni, come quando parli di raggiunti momenti di salto di qualità volutamente evasi dalla società, sia con Prandelli che con Montella.
    Io invece vi ho visto ogni voltala fine di un ciclo (cioè quando prendi atto che quel che si è fatto si è fatto e bisogna fare punto e a capo.
    Specialmente con Montella che ha cominciato, ai miei occhi e di altri, a non capirci più nulla ma non a fine periodo ma già dalla metà della seconda stagione, con grossolani errori che non è il caso di rivangare in questa sede, oltre alla incapacità di gestire l’aspetto psicologico dei singoli e del gruppo. Fattore quest’ultimo che ha disseminato il cammino della squadra di apparentemente incomprensibili e disfatte, oltre che con la Juve per il ritorno in coppa persino con squadre di bassa classifica (costateci per l’appunto la CL). Fattore senza il quale non diventerà mai – come sinceramente gli auguro – un allenatore vincente) .
    Poi potremmo discutere della squadra e se quest’anno non sia migliore dello scorso anno!
    Io sono propenso a pensare di sì. Se Sousa sarà abile ad insegnare i suoi schemi come lo è stato Montella coi suoi diventati nel tempo “fasulli” e “sconsiderati”. ma saprà anche confermare la sua attenzione alla psicologia per i singoli e la squadra, credo che avrò soddisfazione, per lo meno a prescindere dalle squadre che sulla carta sembrano essersi più rafforzate della nostra.

  2. Beh, BIBI, non è questione di fare il furbo, è che hai scritto “un romanzo”, riciclando questioni di cui in questi 2 mesi si è detto e ridetto.
    Comunque riconosco che con te si può scambiare idee in modo civile a parte la questione di chi fra noi due sia chi si taglia il pisello per far rabbia alla moglie che lo tradisce o lo “tradirebbe”.

    Quindi risponderò alla tua sfida con un ulteriore messaggio ma non prima di aver meglio chiarito un concetto.
    Vedi, non è che a me non interessa la CL o non piacerebbe vincere lo scudetto … E’ che non mi sento “frustrato” se ciò non avviene, essere tifoso Viola o dell’Empoli o del Palermo dovrebbe significare non sentirsi frustrato per la mancanza o la scarsezza di trofei.
    Quando parlo di tifosi frustrati non intendo “frustrati dalla vita” (che sarebbe un’offesa gratuita) ma di tifosi che soffrono perché il caso non li ha fatti tifosi della Juve. E devono trovare un capro espiatorio, tipo la moglie traditrice (I Della Valle) per “tagliarsi il pisello” (il pisello impotente) ovvero liberarsi (o alleggerirsi distanziando da sé l’incapace e gretta Dirigenza) del triste destino di tifoso perdente che gli è capitato. Io invece ringrazio sempre mio padre di avermi tirato su col cuore viola e questo preserva anche il mio pisello perché non ho da far rabbia a nessuno da cui dovermi sentire calcisticamente tradito! … (segue) …

  3. Scusa AceBati, il messaggio precedente era rivolto a te ma nel copiarlo era saltato il primo rigo che diceva :

    “Grazie AceBati, per la spiegazione sulla Sindrome di Gubbio!”

    Segue poi il resto …

  4. A Mentire ed Insultare non è autorizzato nessuno da alcunché, per lo meno per i valori in cui credo anch’io (a parte gli scherzi e l’ironia con cui mi piace talvolta esprimere). Il Problema è capire chi Mente e chi Insulta o forse anche chi ha cominciato. A mentire, può essere questione di opinione ma per l’offendere mi sembra tutto molto chiaro e da questa dinamica era facile che poi nascesse e degenerasse tutto il resto. Questa almeno è la mia di opinione. Da 67 anni viola è la prima volta che mi vesto da Tifoso Di Tastiera e sono veramente schifato dall’atteggiamento di una parte della tifoseria che si esprime in questi siti. Non parlo di te in cui vedo l’impegno e la ricerca, oltretutto lodevolmente pacata, più che la frustrazione che vedo piegare invece altri al turpiloquio e appunto alle offese a chi Dirige la Mia Società del Cuore (perché non è solo la maglia, Del Cuore, è la Società Del Cuore – checché se ne dica fariseicamente! – con tutti i suoi difetti e le difficoltà in cui deve muoversi).

  5. Quindi NESSUNA SINDROME DI GUBBIO!!
    Cercando ne ho trovata un’altra: PARANOIA!

  6. quoto Bibi e Cisko. Anche Belva sul modo di giocare della viola con Sousa, modo di giocare che per me non è stato neanche troppo supportato dal mercato e quindi deve essere bravo lui ad apporre qual modifica ..

    x
    sempreviola , sulla sindrome di gubbio, se ti dico Florentia viola probabilmente puoi capire a cosa si riferiscono.
    E un fantasma che fa si che ora potrebbero mentire e insultare ma qualcuno sarebbe cmq contento di ciò.
    ora non dico che avviene ciò però più rispetto ce lo meritiamo.

  7. bored guardati i dati auditel della gara della lazio (sono identici a quelli di toro fiorentina e molti numeri inerenti il bacino di utenza di lazio fiorentina così come i dati di ascoltodei 2 club sono sempre simili)
    magari guardati pure i dati auditel di quando la fiorentina era per molti la squadra che in italia giocava il miglior calcio . evidentemente la strada intrapresa 3 anni fa era buona ma poi han ripetuto quanto visto alla fine del ciclo con Prandelli e allora ci si sente presi x il

  8. I’m Bored, ti suggerisco di rileggere bene i miei post. Io non ho assolutamente appellato nessun altro come testa di pietra o lecca..etc…Forse dalla fretta di contestare chi discute sugli operati della Società hai sbagliato nome.
    SepreViola, non fare il furbo, hai capito bene di cosa si parla e dell’atteggiamento che si discute in parte della tifoseria, tra l’altro, sempre facendo il furbo, hai preso solo una battuta del mio precedente post ( l’ u@@@@o) e non hai assolutamente risposto alle critiche che io ( e altri d’accordo con me) ho mosso alla Società. Forse perché non c’è una risposta esauriente ?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*