Questo sito contribuisce alla audience di

La rivoluzione d’ottobre di Paulo

Paulo Sousa sta mettendo in atto una mini rivoluzione nella sua Fiorentina, qualche accorgimento tattico per dare nuova spinta alla manovra viola e per rendere più imprevedibile la sua formazione. Come riporta il Corriere Fiorentino l’idea di giocare con due punte vere è la nuova soluzione tattica vista a Verona e che sarà replicata anche nelle prossime partite, perché è un’ottima soluzione per dare profondità al gioco della Fiorentina e così si può anche agevolare il recupero e la continuità di Giuseppe Rossi che con un altro centravanti accanto può spartire il lavoro e trovare prima la forma migliore. Così con il Frosinone in casa, Sousa, studia una Fiorentina a due punte con Babacar titolare e chissà, magari, un’altra volta Giuseppe Rossi dal primo minuto. Sousa cambia pelle alla sua Fiorentina per non renderla prevedibile e scontata ed ecco dunque riproposto il modulo che avevamo visto soltanto a Moena.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. Io è dall’inizio che dicevo che si poteva giocare anche così. Bisogna essere in grado di usare vari moduli e di cambiare anche a gara in corso.

  2. Grande Sousa! Però Domenica chi gioca terzino e centrale? Ovviamente lo sò vedrai quelli sono..Bastava cosi poco nel mercato estivo 2 (terzino destro e centrale) difensori e uno che possa saltare l’uomo(tipo Joaquin o Ljajic per intendersi) E ora dicono Gennaio? Speriamo di arrivarci tutti…Interi…FVS

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*