La “Roca” si ricicla in difesa e sorprende

Il colombiano Sanchez. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Dopo un inizio di stagione positivo condito dalla rete della vittoria nella gara contro il Chievo, Carlos Sanchez è sparito dai radar e le sue presenze sono largamente diminuite. Con la Lazio, complici le assenza di Badelj e Borja Valero il colombiano è tornato ad agire da titolare in mezzo al campo. Un primo tempo pessimo quello di Sanchez, schiacciato dalla folta mediana biancoceleste e nullo in costruzione. L’uscita di Tomovic e l’ingresso di Cristoforo lo ha visto arretrare e in difesa la sua prova è stata molto più convincente e solida, ad eccezione dell’occasione che ha portato al gol di Radu, comunque in ripartenza ed in seguito ad un fallo non fischiato. La “Roca” sorprende in un ruolo non suo, un’eventualità che all’occorrenza può tornare utile alla Fiorentina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

7 commenti

  1. Dire il contrario di quello che dice quel caprone di Bored normalmente si è nel giusto..FV

  2. Ecco un altro luogo comune di chi ha depositato il cervello all’ammasso. Questa descrizione di Sanchez è per buona parte falsa , ma che ci vuoi fare ………lo dicono tutti.

  3. Primo tempo pessimo? Ma allora per quello di tello ed ilicic bisognerebbe coniare un nuovo aggettivo

  4. supercannabilover

    Buona intuizione di Sousa che dovrebbe esssere valutata anche nell’immediato futuro. Uno come lui a centrocampo serve solo per il catenaccio, in difesa invece il suo atletismo potrebbe fare la differenza

  5. Ce ne fossero di lui ma no noi ci teniamo cari i tomovic di turno

  6. Tifolamagliaviola

    Primo tempo pessimo? A me sembrava uno dei pochi lucidi, ha recuperato un sacco di palloni, i problemi erano altrove tanto che dopo è stato messo a fare il difensore destro, lui che difensore non è

  7. Sanchez non è un geometra è un muratore uno che usa più i muscoli del cervello e così va usato, spetta all’allenatore farlo rendere al meglio, il guaio è che ora non ne abbiamo uno.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*