Questo sito contribuisce alla audience di

La scalata di Tata

TatarusanuGenoa2Con il caso Neto che sta degenerando verso un divorzio tra le parti, sarà sicuramente contento di questa situazione e pronto ad approfittarne Ciprian Tatarusanu. Il portiere della nazionale rumena nei primi mesi della sua avventura fiorentina è stato schierato da Montella soltanto in Europa League, dove ha difeso la porta della Fiorentina con buone prestazioni sfornando ottime parate e subendo solo 4 gol in 6 partite, che hanno aperto gli occhi ai tifosi sul valore di questo ragazzone che, ricordiamolo, ha ancora 28 anni ed è nel pieno della sua maturità calcistica. Ad onor di cronaca, è innegabile ammettere che le prime amichevoli estive avevano fatto sobbalzare i tifosi viola, spaventati dalle uscite “a farfalle” di Tata, ma col passare del tempo il titolare della nazionale rumena ha fatto un salto di qualità: adesso immaginarlo con la maglia da titolare nella Fiorentina non fa più paura. Questo, inoltre, permetterà ai dirigenti viola di non spendere parte del budget di mercato per un primo portiere di valore e quindi di fare acquisti mirati in altri reparti: al massimo, se la società non darà fiducia a Lezzerini, ci sarà bisogno di un secondo portiere. Tata c’è, ed è pronto a raccogliere il testimone di Neto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

13 commenti

  1. Hai Ragione… condivido il tuo messaggio.. noi abbiamo una società composta da gente che è molto capace.. ma soprattutto a far quadrare i conti.. noi però siamo in un limbo dove non si capisce se si vuole un metodo pozzo, oppure crescere e ambire.. Ad ora vedo che si cerca di risparmiare “OGGI” visto che rinnovare un contratto oggi significa dare da oggi più soldi..per poi rimetterci dopo un anno.. metodo fallimentare anche in azienda.. ora Neto chiede di più, vale di più, e lo devi regalare..

  2. Caro Blitz, ti ho letto con molto interesse e ho apprezzato molto alcune tue considerazioni su le qualità di Neto , vincitore nonostante tutto. Tu concludi che lui meriti la tua simpatia per come ha vinto e quindi ,perché criticare chi nonostante il parere di molti ,ha continuato a credere a se stesso e tenendo duro ,ora vuole raccogliere? Ma qui non si parla di consensi sportivi, nessuno glieli nega. Si parla di soldi, tanti soldi. La Fiorentina per non trovarsi in questa situazione avrebbe dovuto rinnovargli il contratto quando ancora Neto non aveva risolto il giustificato dubbio : quale è il reale valore atletico del nostro ? . Appena pochi mesi fa la maggioranza dei tecnici era perplessa sulle capacità di Neto a ricoprire un ruolo importante in una squadra ambiziosa tanto che furono contattati con portieri importanti. In una situazione del genere che fare ? Gli rinnoviamo il contratto e gli aumentiamo lo stipendio ? Nessuno avrebbe approvato , il massimo che si poteva immaginare 20 mesi fa era un rinnovo ,quale scommessa,ma con una diminuzione delle competenze. Questo è quello che ,probabilmente ,ha determinato l’impass attuale. Un problema simile la Fiorentina se lo sta ponendo con due giocatori oggi in forza : Richards e Marvin. Che fare? Li teniamo e confermiamo ? Richards non costa addirittura nulla ha il contratto scaduto il 31 Dic p.v. Insomma questi non sono problemi ne sportivi ne umani ; sono problemi di business e come dicono gli addetti ” business is business “

  3. Su Neto ci sarebbero tante cose da dire.. a primo impatto Mi viene di dire che è presuntuoso e un irriconoscente..perché su 4 – 5 anni questa è la sua seconda stagione da protagonista e gli altri due anni in panchina lì ha comunque passati con uno stipendio senza mai giocare.. nessuno gli ha mai chiesto di rivedere il contratto verso il basso visto che 600 mila euro per uno che si allena e basta e che quando ha giocato ha fatto male sono un enormità.. mentre una stagione e poco più a buoni livelli spinge il giocatore a chiedere il triplo dello stipendio.. io vorrei però fare anche un’altra osservazione.. io in Neto da quando è stato scelto come titolare ci Ho sempre creduto e sono stato molto felice di vedere le rivincite di un ragazzo che non aveva fiducia da parte dell’ambiente..dei compagni di squadra..della società e alla fine anche di se stesso purtroppo.. brutto quando il giudizio degli altri arriva a condizionare anche la percezione di noi stessi.. Lo dissi già tempo fa.. ma Neto per me è un esempio.. è un ragazzo che nonostante tutto ha vinto una battaglia e ha fatto ricredere tutti con il suo lavoro ..soprattutto se stesso forse.. in pochi hanno creduto in lui.. e alcuni nella società che ci hanno creduto Lo hanno fatto per questioni di mercato..per non rimetterci.. cose che succedono sempre..e infatti adesso stiamo comunque rischiando di prendere meno di quello che potevamo prendere allora…e sapete cosa dico? Ci sta bene! Perché questo è il prezzo che si paga quando non si ha fiducia..quando non si crede..evidentemente dentro le persone ci sono tante qualità e tanti talenti ma pochi che sono disposti a dare un aiuto a farli emergere..Neto ha avuto la fiducia di Montella ..su questo spero di non sbagliarmi..e su questo la mano di una persona più esperta è sempre un ottimo bastone su cui poggiarsi.. se Neto andrà via gli farò comunque tanti auguri..perché voglio vedere un Po oltre ciò che è facile da giudicare.. spero che Neto resti e che se Lo faccia diventi uno dei migliori di sempre per noi..però se non Lo farà non siamo noi a poter dire qualcosa…non in questo caso..a volte ci sono cose cbe vanno aldilà di soldi ecc..lui ne chiede molti..ma perché i giocatori importanti da noi prendono quelle cifre e lui vuole essere importante..inoltre Mi viene di pensare rifacendomi a mie esperienze recenti ..visto che anche io sono un ragazzino visto che Ho 21 anni ..che quando in un posto hai ricordi mon molto positivi e purtroppo neto penso né abbia..a volte si ha bisogno di ricominciare da un altra parte e mettere in risalto le proprie capacità lasciando perdere qualche cosa passata.. a me è successo e Mi succede di avere tutte le buone intenzioni e di cercare di fare il meglio possibile ma poi sentirmi tirato giù dalla mancanza di fiducia .. dal non sentirmi un punto utile su cui poter costruire.. e allora l’ho fatto da solo e spero di poter fare come Neto..per me è un riferimento ..scusate per il poema ma avevo piacere a condividere e magari a far riflettere un pochino..

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*