La sfortuna nera di Bagadur

Bagadur

Continua la maledizione di Ricardo Bagadur: il difensore croato in prestito alla Salernitana dalla Fiorentina, dopo essersi conquistato il posto da titolare ed aver segnato pure una rete da tre punti, dopo il forfait col Perugia adesso rischia di saltare anche il match casalingo con il Bari in programma sabato prossimo dopo che gli esami strumentali hanno evidenziato una elongazione all’adduttore. Non si è ancora a conoscenza dei tempi di recupero, in attesa di comunicazioni ufficiali da parte della società: intanto al suo posto l’ex viola Empereur sembra favorito per prenderne il posto, dopo che il brasiliano era stato scalzato proprio dopo che il croato era arrivato nel club campano a gennaio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti

  1. Se sono forti giocano anche se vengono direttamente dalla primavera. Una volta era così e in misura molto minore (causa invasione legione straniera) anche oggi….Donnarumma, Calabrese, Cataldi, Grassi, Jorginho, Sportiello, ecc.
    Poi tra giocatori bolliti o mezzi rotti che stanno sempre in panca o in infermeria, preferisco puntare sui giovani che almeno sono sani e corrono, quindi possono essere utilizzati sul campo e non alla playstatyon. Serve solo un allenatore che gli dia fiducia e gradualmente li inserisca nel gruppo e in prima squadra.

  2. Bagadur ha iniziato faticando anche nella Salernitana ma non è sempre semplice arrivare e giocare titolare a campionato in corso. Bagadur semplicemente non è pronto. Questi ragazzi non hanno il talento cristallino e la testa pronta per esser messi subito in campo con la Fiorentina. Mi riferisco a tutti quelli che abbiamo in rosa e in primavera. Solo un periodo di crescita in un campionato di B, o minore, può permetterci di capire chi può avere un futuro in viola e chi no. Sono ragazzi che hanno bisogno di un confronto tra professionisti, di allenarsi per trovare posto in campo e prendere sicurezza dei propri mezzi, migliorare a livello di gioco ma soprattutto a livello caratteriale, devono formarsi come uomini e confrontarsi in uno spogliatoio vero. Capezzi dopo due anni da titolare in B ha maturato un esperienza tale da poter far parte della nostra rosa, ha giocato prima in una squadra di bassa classifica, risultando uno sei pochi a salvarsi, adesso è uno degli uomini chiave del Crotone. Questo vuol dire tanto, vuol dire che è pronto a livello di testa, oltre che tecnico a giocare con noi. Può giocare dal prossimo anno nella nostra mediana, dipende da lui quanto.

  3. Empereur e Bagadur 2 ottimi difensori centrali. Empereur fu ceduto al Livorno per una manciata di spicci (pare che in mezzo ci fosse Raiola e i rinnovi di Baba e Diakhate) mentre Bagadur (ignorato da Sousa) a gennaio è andato in prestito. Una squadra come la nostra che non può o non vuole spendere e spandere, dovrebbe gestire meglio i propri giovani, invece di darli via e poi prendere Costa, Benaluane, Kuba, Kone ecc ecc.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*