La società opta per il mini ritiro, ma il ritardo è abissale

La Fiorentina si sa è una società molto lenta e farraginosa quando deve prendere una decisione, specie se “punitiva”. Così dopo la vergognosa sconfitta dei viola a Palermo i dirigenti si sono messi a pensare e ripensare a come muoversi per dare un segnale all’ambiente ed ecco la decisione: partire un giorno prima per Reggio Emilia. Basterà? Lo scopriremo solo domenica, ma come spesso accade la Fiorentina non è reattiva e non riesce a rispondere in maniera concreta e immediata alle problematiche della squadra. Intanto la Fiorentina è pronta a partire per il mini ritiro, ma sembra ormai voler chiudere il recinto quando ormai i buoi sono scappati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti

  1. Oronzo canà..

    Che cattivoni…!!!

  2. Sempre mezze decisioni,
    Sempre in ritardo.
    Dilettanti allo sbaraglio

  3. Gli elefanti nelle cristallerie sono meno maldestri di questi peones. Non credo esista nel panorama mondiale una società tanto maldestra, ma proprio a Firenze doveva capitare una tale masnada di impediti? Gestiscono una società in base alla direzione in cui soffia il vento, è una questione di bassa e alta pressione, per capirli davvero basta consultare la metereologia, e qualche bravo colonnello dell’aeronautica. Io dico che bisognerebbe bbatterli, figurativativamente e operativamente, per farli smettere di soffrire, gestire così una società, con l’ossessione dei venti, è tortura, per le convenzioni internazionali, la soppressione è decisamente più umana. Bisogna farli smettere di soffrire, ormai è pura umanità.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*