La sosta benedetta da Kuba

Ormai Kuba Blaszczykowski non vede il campo dallo scorso 3 febbraio, quando la Fiorentina sconfisse il Carpi per 1-0 al “Franchi”: 90 minuti che sono stati anche gli ultimi finora. L’arrivo di Tello e l’affermazione di Zarate hanno assottigliato le sue chance da calciatore di fascia/trequarti, fermo restano che la prima scelta a destra è sempre stato Bernardeschi. La sosta per le nazionali è dunque una vera e propria manna dal cielo per l’esterno polacco, che rimane comunque in lotta per una maglia ai prossimi Europei. Una pausa in cui Kuba potrà finalmente scendere in campo, per allontanare il rischio di una beffa e della mancata convocazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*