La sosta degli esordi: così la Fiorentina diventa grande

Vecino all'ingresso in campo. Foto: LF/Fiorentinanews.com
Vecino all'ingresso in campo. Foto: LF/Fiorentinanews.com

Mai sosta forse era stata così produttiva nel recente passato: Federico Bernardeschi e Matias Vecino hanno fatto la loro prima comparsa con la maglia delle rispettive nazionali maggiori. Un motivo di grande soddisfazione anche per la Fiorentina, che vede i suoi calciatori fare esperienza a livello internazionale e accrescere anche il proprio valore, ma che funge da premio per la società viola, che ha avuto il merito di puntare su questi due ragazzi. E se per Berna si è trattato solo di mezz’ora, se pur ad ottimo livello, Vecino la partita se l’è giocata tutta e contro un avversario di un certo valore: il Brasile, in Brasile. Minutaggi questi che contribuiscono indubbiamente anche alla crescita della stessa Fiorentina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. i giocatori si concentrino solo sulle nostre gare, chi gli paga lo stipendio è la Fiorentina!!

  2. Vecino (classe ’91) e Bernardeschi (classe ’94) vanno blindati ancora di più con un contratto fino al 2021…

    Vorrei ricordare che allo stato attuale Berna e Vecino guadagnano circa mezzo milione di €…

    Se penso che Babacar (classe ’93) guadagna 1.5 milioni di € e Alonso (classe ’90) circa 1.7 milioni di € ecco che mi viene l’orticaria…

    A giugno cediamo questi due oppure Ilicic (classe ’88) se proprio dobbiamo, ma blindiamo questi due assolutamente e costruiamo qualcosa attorno a loro!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*