Questo sito contribuisce alla audience di

La strada è tracciata, ora tocca a Montella e soci

La voglia di finali e di trofei da parte dei Della Valle è diventata pressante e coinvolgente per tutto l’ambiente viola. Ieri sera la Primavera ha fatto alla proprietà gigliata un gran bel regalo, eliminando la Juventus dalla Coppa Italia e guadagnandosi l’accesso alla doppia finale contro la Lazio. Un’esperienza però, quella del successo a livello giovanile, già vissuta nella storia recente della Fiorentina. Quello che manca invece da un bel po’ di tempo è l’alloro dei grandi: nel giugno 2001 infatti Rui Costa alzava l’ultimo trofeo, la Coppa Italia appunto, prima di vedere la sua squadra precipitare nell’oblio di retrocessione e fallimento. Così comincia ad alzarsi, tra i tifosi, la tensione in vista di martedì prossimo perchè l’appuntamento è di quelli da non sbagliare per nessun motivo. Montella e company sanno bene cosa li aspetta e la voglia di festeggiare una doppia finale raggiunta in questo mese di febbraio è alta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA