L’ago della bilancia

Rossi Barcellona

Come detto da Paulo Sousa nella conferenza stampa di sabato, Giuseppe Rossi sta ritrovando pian piano la condizione ideale e la partita di giovedì contro il Lech Poznan sarà il test ideale per valutare a che punto è il recupero dell’attaccante italoamericano. L’ultima partita disputata da Pepito risale ormai alla trasferta di Europa League contro il Belenenses, partita nella quale il 49 viola ha dimostrato di essere ancora indietro fisicamente ma di essere il solito cecchino, come dimostrato in occasione del gol del 4-0. Il tempo vola e sembra passata così poco da quell’inizio di stagione di due anni fa nel quale Pepito segnava a ripetizione e trascinava la Fiorentina al terzo posto in classifica, prima di quel 6 gennaio 2014 quando lo scellerato fallo di Rinaudo mise praticamente fine alla stagione di Rossi, salvo un inutile ritorno nel finale di campionato per tentare di conquistare un pass per Brasile 2014. Ecco, se l’ex Villareal riuscisse a tornare, infortuni permettendo, quel giocatore ammirato per quei quattro mesi per la Fiorentina si potrebbe aprire degli scenari inimmaginabili: un Giuseppe Rossi al 100% permetterebbe a Paulo Sousa di schierare il calciatore italiano più forte attualmente in circolazione e alla Fiorentina di fare quel salto di qualità necessario per ambire ad obiettivi di primo livello. Certo, con i se e con i ma non si fa la storia, ma Giuseppe Rossi è l’ago della bilancia di una stagione viola che senza di lui è stata comunque fino ad ora entusiasmante: ecco, pensate a come può diventare con Pepito in forma e al centro dell’attacco viola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 Commento

  1. Giuliano, Viola Club Gruppo Ciociaro

    FORZA, FORZA , FORZA !!!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*