Questo sito contribuisce alla audience di

L’amara verità che ci ha fatto capire Jesé Rodriguez

Jesè Rodriguez, attaccante del Psg

Jesé Rodriguez sceglie lo Stoke City e dice di no alla Fiorentina. A prima vista una scelta che non ha niente di razionale, perché, non ce ne vogliano gli amici di Stoke-on-trent, cittadina nella quale ha sede la squadra dei ‘Potters’, ma le due realtà sono in linea teorica nemmeno minimamente paragonabili. Ma cosa ha convinto lo spagnolo ad andare verso l’Inghilterra? Semplice, i soldi. Eh sì, l’amara verità che emerge da questa faccenda, è che anche una realtà di terz’ordine del calcio inglese ha maggiore disponibilità economica rispetto. La Fiorentina non è una big del campionato italiano ma è ritenuta una squadra di fascia alta, per tradizione, pubblico, risultati ecc… eppure non regge nemmeno questo tipo di confronti. E’ un problema in grandissima parte sistemico: il calcio inglese ha sviluppato introiti tali da renderlo la nuova mecca e ridistribuisce molto bene la pioggia di soldi che ha inondato tutto il movimento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

59 commenti

  1. Ma renditi conto……… scrivono lo stesso identico messaggio con Nick diversi……… per me è scudetto

  2. ma pippo e tresanti sono siamesi?

  3. Stefano, io a casa ho diverse maglie nr.9 della Fiorentina e dell’Argentina con scritto Batistuta.
    Mentre di Toni ho diverse maglie, ma solo della Fiorentina e NON dell’Italia.
    Giusto per dirtelo eh!

  4. Stefano, una cosa sola ti contesto, in curva ai tempi di Bati era pieno di gente con la maglia numero nove dell’Argentina.

  5. Quest’anno i soldi c’erano ma non li hanno voluti reinvestire sono tutte conferme del disinteresse che ha avuto da sempre questa proprieta nei confronti della squadra viola ,prima mercato gennaio 2016 ora questo ci sono i soldi ma non li reinvestono ,hanno portato alla fine il vero calcio a Firenzeb,grazie DV …….. .

  6. Quest’anno i soldi c’erano ma non li hanno voluti reinvestire sono tutte conferme del disinteresse che ha avuto da sempre questa proprieta nei confronti della squadra viola ,prima mercato gennaio 2016 ora questo ci sono i soldi ma non li reinvestono ,hanno portato alla fine il vero calcio a Firenzeb,grazie DV …….. .

  7. Deo, poi però nn si lamentino se il calcio italiano va a picco.
    Quando nn incasseranno più il miladino che gli garantisce il cartello Sky/Mediaset, batteranno una bella boccata.

  8. S69: e’ vero che hanno puntato tutto sui gobbi,anche nelle piccole cose come i calendari delle partite …ma del rilancio del calcio italiano se ne fregano,per loro esistono oltre alla gobba solo le due milanesi mentre le romane e il Napoli servono come rincalzo per i premi di consolazione.Anche a livello di Nazionale c e’ un calo nella qualita’ dei giocatori frutto di una politica miope …ma questo e’ un altro discorso.

  9. Trovo giusti molti commenti. L’unica cosa da cui dissento,è quando dite che il campionato francese ci supererà a breve. Seguo la Ligue1 da un po’ di tempo,perché è un campionato dove,a parte il Psg,è abbastanza equilibrato. La prima cosa che salta agli occhi è la pochezza tecnica,la seconda è la scarsa qualità tattica. E poi c’è una cosa che li differenzia in maniera enorme da Italia,Inghilterra,Spagna,Germania. La tifoseria. Per farvi un esempio concreto e farvi capire il discorso,riguardo a Neymar sono state vendute una marea di magliette col suo nome dietro,la cosa strana è che la stragrande maggioranza di queste maglie sono verde/oro,cioè quelle del Brasile. Quando mai i tifosi della Juve acquisterebbero la maglia dell’Argentina col nome Higuain o Dybala? Alla Roma della maglia belga di Nainggolan oppure olandese di Strootman,non gliene può fregare di meno,a Firenze non si sognerebbe nessuno di acquistare una maglia di un suo calciatore coi colori della sua nazionale invece che della maglia viola. E così a Napoli,Genova,Bologna,Rorino,Cagliari etc….. Non hanno quel senso di appartenenza così come lo intendono i tifosi italiani,inglesi,spagnoli o tedeschi. Non c’è questa cultura. E poi,hanno ingaggi,escluso Psg e in parte Monaco,che sono esageratamente più bassi dei nostri,di quelli spagnoli,tedeschi e ovviamente inglesi. Pensate che i media francesi hanno evidenziato come il contratto di Veretout sia da top player. Cioè in Italia 1,2 netti annui li prendono in almeno cinquanta calciatori,ed altri quaranta ne prendono di più,anche molto di più,il triplo,il quadruplo,o cinque vinte di più. Il contratto di Higuain da noi lo pagava il Napoli,poi glielo ha aumentato la Juve,lo potrebbe pagare anche l’Inter o il Milan e perfino la Roma . In Francia solo il Psg e forse,ma non ne sarei così certo e ho qualche dubbio,il Monaco,le altre (tutte,anche le più blasonate come Lione,Marsiglia Bordeaux etc…)neanche la metà di quei soldi riuscirebbero a dargli,forse al massimo un terzo. Insomma,per me sono ancora dietro di anni,ma magari tra sei o sette anni diventeranno il top d’Europa come ora sono gli inglesi e come prima lo eravamo noi. Ma magari noi potremmo anche tornare in cima al mondo,chi lo sa,la storia è ciclica e si ripete nel tempo.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*