L’amaro ultimo saluto di Blaszczykowski

L’avventura di Blaszczykowski a Firenze dovrebbe essere già finita: l’esterno polacco aveva lasciato il centro sportivo venerdì per un infortunio alla caviglia e ieri è tornato alla rifinitura non tanto per allenarsi ma più che altro che per salutare i compagni e prepararsi al ritorno in Polonia per preparare l’Europeo. Una stagione difficile per Kuba, che ha trovato poco spazio (complice anche l’esplosione di Bernardeschi) e non è mai apparso il vero esterno che faceva impazzire tutti con la maglia del Borussia Dortmund, club dove farà rientro visto che la Fiorentina non lo riscatterà,

© RIPRODUZIONE RISERVATA

7 commenti

  1. Un giocatore che fa della corsa il proprio punto di forza e che ha avuto i problemi di Kuba, nn lo pigli. Nn perché lo dico io, ma perché era un concetto espresso da gente come Liedholm qualche lustro fa (a quel tempo oltretutto, il calcio era molto più lento di oggi). Se poi la società si trova a fine agosto a trovare il sostituto di un titolare importante, si è polemici a farlo notare ? Sui bilanci, prendi entrate ed uscite, somma e sottrai il tutto è scoprirai che c’è una discrepanza di qua su 40 milioni, dove sono finiti ? Ma magari sbaglio io ed è rosicona la matematica

  2. Fiore, hai ragione che il comportamento del giocatore non sia stato corretto. Vorrei ricordarti comunque che era stato messo pubblicamente in vendita fin dal gennaio dell’anno prima, a dimostrazione di quanto la società tenesse a lui

  3. @S69, che Kuba fosse un giocatore da ritrovare, questo lo sapevamo, peraltro se i bilanci dono quelli analizzati qualche giorno fa dal giornalista del Sole24ore, c’è poco da fare. Poi che Joachim non si sia comportato bene è sotto gli occhi di tutti, però anche in quel caso non ho sentito una sola voce levarsi in difesa della società. Forse Lil nocciolo della questione sta proprio lì, questa società non ha mai ragione, almeno secondo certi frequentatori di questo sito.

  4. Come al solito una bella parte di tifosi sì sono dimostrati veri intenditori di calcio. Un ex buon giocatore fermo da due anni nella sua squadra nonostante fosse guarito la tempo dall’infortunio, un segno quindi ovvio che era il consueto bidone rotto che la società ci regalava in estate. Ma ovviamente questo in agosto non si poteva dire altrimenti si era tacciati di gobbi. Prototipo tipico della maggior parte degli acquisti di questa società negli ultimi anni. Indifendibili

  5. Ha preferito giocare polonia- gibilterra piuttosto che finire il recupero a firenze si accomodi

  6. Negli ultimi anni, purtroppo, giocatori con problemi fisici ne sono stati presi molti, troppi, spero che non si ripetano questi errori.

  7. Un giocatore “muscolare” che subisce un infortunio come il suo e stà fermo un lungo periodo di sosta, difficilmente torna a giocare con continuità ad alti livelli. Questo lo sanno tutti, ma quando a settembre, provavo a farlo notare, mi beccano del “rosicone” perché lui era il nuovo “Messia” della fascia, “meglio di Giovacchino, il traditore”. Come è andata la stagione s’è visto ….

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*