Questo sito contribuisce alla audience di

L’ancora di salvataggio

La sconfitta contro la Roma, con annessi quattro gol al passivo, ha fatto riaffiorare i vecchi fantasmi di un reparto difensivo fragile e incapace di fermare un tridente come quello giallorosso compost da Gerson, Dzeko ed El Shaarawy. Non è un momento facile per Davide Astori, che non ha dato segnali di recupero dopo i disastri di Crotone: certo, sui gol non ha colpe, ma in generale la sensazione di insicurezza mostrata è tanta. Lo stesso discorso vale per Marco Sportiello, battuto per due volte sul primo palo e soprattutto nella prima circostanza responsabile almeno quanto Biraghi. L’unica nota positiva, come ormai accade da tempo, è rappresentata da German Pezzella, vero e proprio baluardo difensivo: l’argentino sta acquisendo sicurezza partita dopo partita e il suo acquisto, alla pari di Veretout, è stato sicuramente il più importante dell’estate di Corvino. Sempre sul pezzo, capace di rimediare anche gli errori dei compagni di squadra, Pezzella sta finalmente dimostrando tutto il suo potenziale e le sue prestazioni l’hanno portato anche in Albiceleste: dovesse continuare così, non ci sono dubbi sulla sua convocazione ai Mondiali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*