L’arma a sorpresa con un compito difficile

Zarate in primo piano. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Dopo i primi sei mesi in viola tra alti e bassi, un po’ come nel resto della carriera dopotutto, Mauro Zarate ha approcciato con grande voglia la sua prima vera stagione con la maglia della Fiorentina. L’argentino è l’unico reduce del tragico, ultimo, mercato invernale, poiché l’unico giunto a titolo definitivo e adesso vuole convincere Sousa a concedergli spazio. Nell’alternanza delle competizioni sicuramente ci sarà spazio anche per lui, considerato l’arma a partita in corso per eccellenza, vista la sua capacità di incidere da subito magari inventando una giocata dal nulla. Il suo compito più grosso però sarà scalare delle gerarchie che ad oggi lo vedono partire dietro ad Ilicic ma anche a Giuseppe Rossi ed è soprattutto Pepito l’elemento che gli toglierà maggiore spazio almeno inizialmente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

6 commenti

  1. supercannabilover

    io se fossi stata la redazione non avrei nemmeno risposto

  2. Convengo affinchè stia sempre in panchina .

  3. Guelfi o ghibellini

    No, non era una provocazione, era una riflessione. Saluti

  4. Guelfi o ghibellini

    Era gradito un vostro pensiero, anche un semplice “non è possibile per libertà di stampa” andava bene.
    Amen
    La sua era evidentemente una provocazione. Dovevamo rispondere ad una provocazione? Un saluto Redazione

  5. Guelfi o ghibellini

    Una richiesta alla redazione: togliete la possibilità di commentare in maniera superflua qualunque post da voi scritto, un po’ perché non se ne può più di ascoltare commenti idioti, un po’ perché non ha senso leggere commenti che dicono tutto e il contrario di tutto da presunti tuttologi e che essendo letti da un pubblico vasto possono nuocere indirettamente alla Fiorentina.
    Consentite esclusivamente di commentare quei post a carattere di indagine conoscitiva con buona pace di tutti.
    Grazie.

  6. supercannabilover

    per fortuna fara’ tanta panchina

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*